Società Cooperativa arl – responsabilità patrimoniale di soci ed amministratori per debiti IVA

Sono vice consigliere di una società cooperativa a responsabilità limitata, vorrei sapere se per i debiti contratti con l’agenzia delle entrate – Riscossione per omesso pagamento dell’IVA, posso rivalersi anche sui soci ed in questo caso sulla mia persona, essendo vice consigliere o se la responsabilità ricade esclusivamente sulla cooperativa ed eventualmente sul presidente della stessa.

Per quanto attiene le società di capitali, quindi anche per una società a responsabilità limitata, l’articolo 2495 del codice civile prevede che, una volta approvato il bilancio finale di liquidazione, i liquidatori devono chiedere la cancellazione della società dal registro delle imprese. Ferma restando l’estinzione della società, dopo la cancellazione i creditori sociali non soddisfatti possono far valere i loro crediti nei confronti dei soci, fino alla concorrenza delle somme da questi riscosse in base al bilancio finale di liquidazione.

In particolare, per quanto riguarda le imposte, l’articolo 36 del DPR 602/1973, stabilisce che i soci, i quali abbiano ricevuto nel corso degli ultimi due periodi di imposta precedenti alla messa in liquidazione, danaro o altri beni sociali in assegnazione dagli amministratori o abbiano avuto in assegnazione beni sociali dai liquidatori durante il tempo della liquidazione, sono responsabili del pagamento delle imposte dovute nei limiti di quanto ricevuto, salvo le maggiori responsabilità stabilite dal codice civile (articolo 2312, ndr). Il valore del denaro e dei beni sociali ricevuti in assegnazione si presume proporzionalmente equivalente alla quota di capitale detenuta dal socio od associato.

Insomma, per quanto riguarda le imposte e le società di capitali, i soci rispondono non solo fino alla concorrenza delle somme da questi riscosse in base al bilancio finale di liquidazione, ma anche del valore dei beni loro conferiti dal liquidatore, o dall’amministratore, nel corso degli ultimi periodi di imposta precedenti alla messa in liquidazione della società.

Per le imposte, ancora l’articolo 36 del DPR 602/1973, stabilisce che gli amministratori in carica all’atto dello scioglimento della società che non adempiono all’obbligo di pagare, con le attività della liquidazione, le imposte dovute per il periodo della liquidazione medesima e per i periodi anteriori, rispondono in proprio del pagamento delle imposte se non provano di aver soddisfatto i crediti tributari anteriormente all’assegnazione di beni ai soci o associati, ovvero di avere soddisfatto crediti di ordine superiore a quelli tributari. Tale responsabilità è commisurata all’importo dei crediti d’imposta che avrebbero trovato capienza in sede di graduazione dei crediti.

Sempre lo stesso articolo dispone che gli amministratori che nel corso degli ultimi due periodi di imposta precedenti alla messa in liquidazione, abbiano assegnato ai soci beni di proprietà della società ovvero abbiano occultato attività sociali anche mediante omissioni nelle scritture contabili rispondono in proprio dell’omesso pagamento delle imposte dovute. Tale responsabilità è commisurata all’importo dei crediti d’imposta che avrebbero trovato capienza senza i conferimenti effettuati ai soci nonché senza le omissioni e gli occultamenti effettuati nelle scritture contabili.

22 Novembre 2019 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Responsabilità patrimoniale di soci, liquidatori ed amministratori di società a responsabilità limitata per debiti con il fisco
A causa di ingenti debiti fiscali accumulati dalla mia società a responsabilità limitata, avevo intenzione di chiudere e riaprire, con altra ragione sociale, chiaramente senza passaggio alla nuova società di beni merci e strumenti di lavoro, Ma solo del mio collaboratore che assumerei con la nuova ditta. Volevo capire incorro nel reato di prosecuzione ? ...

La banca segnala in centrale rischi anche i soci della cooperativa a responsabilità limitata per la sofferenza di un debito non coperto da fideiussione?
Continuo il quesito posto ieri, pare che non solo la banca segnalerà gli amministratori ma anche i soci della cooperativa a responsabilità limitata per un debito a sofferenza intestato esclusivamente alla cooperativa senza garanzie personali. Mi chiedo se sia possibile anche perché i nomi dei soci di una cooperativa non risultano scritto da nessuna parte che i terzi possano saperlo, visura o che altri, a meno che chiedano il libro soci della cooperativa. Chiedo vostro gentile parere. ...

Società cooperativa a responsabilità limitata - Chi risponde dei debiti e chi risulterà segnalato in centrale rischi se la società viene liquidata con crediti in sofferenza?
Faccio parte di un cda di 3 persone di una cooperativa di servizi a responsabilità limitata prossima alla liquidazione in quanto abbiamo perso due appalti e abbiamo debiti verso banche senza nessuna garanzia personale ma garantiti da consorzi di garanzia. Una di queste banche essendo arrivati alla 6.a rata non pagata ci ha comunicato che passeremo alla sofferenza e verremo segnalati anche noi tre come cattivi pagatori e non otterremo mai più finanziamenti personali e ci ha proposto di convertire il mutuo aziendale in mutui personali. Chiedo se la banca si sta comportando correttamente. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Società Cooperativa arl – responsabilità patrimoniale di soci ed amministratori per debiti IVA