Si può pignorare ed espropriare un appartamento al 33% di proprietà?

Sono alcuni anni che, dopo la separazione, vista la difficile situazione che mi si è creata sono stato costretto, a malincuore, a smettere di pagare alcune finanziarie. In busta paga, purtroppo, ho la cessione del quinto e il prestito con delega al massimo. Con una delle finanziare, quella con il debito più alto ho raggiunto un accordo di rimborso decennale con cambiali che sto pagando regolarmente con rate di 300 euro mensili (non so se ho fatto bene). Ho però aperti anche i seguenti debiti che da tre anni non sto pagando: tre carte revolving: una da 5000 euro, una da 2500 euro e una da 1500 euro. Oltre a questi ho smesso da tempo di pagare un debito di 7500 euro per un prestito preso sempre con una finanziaria. Alcuni mesi fa ho perso mia madre, che ci ha lasciato a me e ai miei due fratelli una casa che stiamo cercando di vendere. Io sarei proprietario al 33%. La mia domanda è la seguente: al momento non mi è stato fatto ancora il pignoramento dello stipendio e neanche il pignoramento del conto corrente (anche se li sono sempre in rosso), le finanziarie potrebbero pignorare l'appartamento per il mio 33%? E per farlo serve sempre un decreto del giudice? E, vista la mia difficile situazione potreste darmi un consiglio su come uscirne fuori. Grazie anticipatamente per l'eventuale risposta.

Il creditore può sicuramente pignorare un immobile in comunione ereditaria per il quale uno solo degli eredi è debitore, e può pignorare, altresì, la quota di comproprietà di un bene indiviso o indivisibile fra soggetti di cui uno solo è debitore.

Il modo migliore per evitarlo è rinunciare all'eredità in favore dei propri figli o degli altri coeredi, oppure trasferire la proprietà della quota a terzi.

Tenendo sempre in conto, tuttavia che i creditori, entro cinque anni dalla data di trascrizione dell'atto notarile nei pubblici registri immobiliari, avranno comunque la possibilità di impugnare la rinuncia all'eredità o di chiedere l'inefficacia dell'eventuale trasferimento di proprietà della quota.

10 maggio 2018 · Piero Ciottoli

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quando Equitalia può espropriare l'immobile di proprietà del debitore
L'agente della riscossione: non dà corso all'espropriazione se l'unico immobile di proprietà del debitore, con esclusione delle abitazioni di lusso aventi le caratteristiche individuate dal decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 agosto 1969, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero  218 del 27 agosto 1969, e comunque dei fabbricati classificati nelle categorie catastali ...
Pignoramento presso la residenza del debitore – se il valore dei beni pignorati non copre il debito
Se i mobili non coprono l'intero debito il pignoramento mobiliare non va a buon fine? Il creditore, tramite decreto ingiuntivo e precetto, può chiedere all'ufficiale giudiziario di eseguire un pignoramento presso la residenza del debitore. Non rileva che il valore dei mobili non copra l'intero debito. Il ricavato del pignoramento ...
Pignoramento a casa
Il mio compagno ha un problema con un debito nei confronti di un privato. Qualche anno fa la persona che aveva fatto il prestito ha minacciato il mio compagno, c'era stata una conseguente denuncia in seguito ritirata per accordo vervale di entrambe le parti a patto che anche il debito ...
Il creditore non può pignorare i versamenti del debitore finalizzati a ridurre lo scoperto in conto corrente
In tema di pignoramento del conto corrente, il creditore può direttamente pignorare somme che siano nella diretta disponibilità del proprio debitore, ma non può pignorare i singoli versamenti effettuati dal debitore prima e dopo il pignoramento e finalizzati a ridurre lo scoperto di conto corrente. In pratica se il conto ...
Mutui » Istituti di credito possono espropriare l'immobile se vengono saltate 18 rate anche non consecutive
Qualora il contraente non onori almeno 18 rate, anche non consecutive, del contratto di mutuo, la banca sarà autorizzata ad espropriare ed entrare in possesso dell'immobile. Entrano in vigore le nuove regole sui mutui. E' stato, infatti, approvato il decreto legislativo della direttiva 17/2014, un provvedimento che in questi mesi ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca