Rinuncia alla definizione agevolata a saldo stralcio dopo aver conosciuto gli importi e ricevuto i cedolini di versamento


Dopo aver fatto domanda di rottamazione senza conoscere somma totale e importi rate da pagare specie la prima rata che supera i 6000 euro ma anche le altre rate non sono da meno superano i 750 euro mensili di media anche se si pagano trimestralmente, non avendo una pensione neanche sociale con un’eta di 75 anni come si può pagare un tale debito che complessivamente ammonta a più di 60.000 euro prima della richiesta di rottamazione poi decurtata a 22 mila euro.

Semplicemente non pagando la prima rata, il beneficio di definizione a saldo stralcio decade: la legge prevede, per i debiti oggetto di richiesta di saldo e stralcio, l’impossibilità di ottenere, per lo stesso debito, una nuova rateizzazione.

Inutile aggiungere, credo, che il debito residuo da saldare sarà, nella fattispecie, pari a 60 mila euro, equivalente cioè al carico debitorio complessivo antecedente al saldo stralcio.

30 Novembre 2019 · Paolo Rastelli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rinuncia alla definizione agevolata a saldo stralcio dopo aver conosciuto gli importi e ricevuto i cedolini di versamento