Rimborso bollette 28 giorni – Se si rifiuta l’attivazione di un’offerta gratuita gli indennizzi economici sono automatici o meno?


Tutela consumatore - telefonia internet social DT e pay tv

Sono un cliente Tim, e per l’indennizzo delle bollette, richieste illecitamente ogni 28 giorni anzichè mensilmente, mi è stato proposto di attivare un’offerta gratuitamente, ma ho rifiutato, in quanto volevo avere un rimborso economico.

Parlando con un operatore, mi è stato detto che se voglio i soldi indietro devo fare la richiesta di restituzione dei giorni erosi con la fatturazione a 28 giorni attraverso i consueti canali conciliativi.

Pensavo si trattasse di una raccomandata (anche se questa oggi ha il suo costo), ma l’operatore mi ha detto che mi devo rivolgermi a una associazione dei consumatori (quindi pagandola) per poter far valere i miei diritti!

E’ vero?

Com’è noto ormai, l’Autorità delle comunicazioni ha imposto alle maggiori compagnie telefoniche di restituire i soldi ingiustamente sottratti ai loro clienti (pari all’8,3% in più) introducendo la tredicesima bolletta annua dal giugno 2017 alla primavera 2018.

Intanto, in attesa che il Consiglio di Stato il prossimo 4 luglio 2019, si esprima nel merito della sentenza che ha respinto la richiesta di sospensione della misura da parte degli operatori, questi ultimi hanno avviato una politica di offerte alternative allo sconto direttamente in bolletta.

Nel caso di Tim, alcuni clienti si sono lamentati della comunicazione ricevuta, che, in pratica, mi dice che fino al 31 ottobre 2019 è possibile attivar gratuitamente una promozione a scelta fra Tim vision, Chi è, Extra voice, Voce internazionale, Max speed.

La scelta di una di queste voci compensa i soldi che andrebbero restituiti a causa delle fatturazioni a 28 giorni.

In realtà, però, le modalità di restituzione dei giorni erosi in bolletta non sono ancora chiari e bisognerà aspettare ottobre per saperne qualcosa in più, ma per un altro motivo: sul punto dei rimborsi l’Agcom è stata chiara in più occasioni.

Per chi non accetterà le offerte compensative, che sono sempre opzionali e mai obbligatorie, il rimborso deve avvenire in bolletta sotto forma di sconto.

E la prima bolletta utile dovrebbe essere la prima ad essere emessa dopo il pronunciamento del 4 luglio da parte del Consiglio di Stato.

Vale la pena aspettare, anche per non darla vinta alle compagnie.

2 Luglio 2019 · Giovanni Napoletano

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui

Altre sezioni che trattano argomenti simili: 


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 117 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose » Rimborso bollette 28 giorni – Se si rifiuta l’attivazione di un’offerta gratuita gli indennizzi economici sono automatici o meno?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.