Richiesta Beneficio di inventario inverso

Se la richiesta del beneficio di inventario in sede di accettazione di un'eredità serve a tenere distinti i patrimoni del de cuius e del chiamato, cosa accade se il chiamato nullatenente e gravemente indebitato con le banche accetta con beneficio d'inventario? I beni dell'asse ereditario di sua spettanza passano agli altri eredi? Oppure i creditori possono aggredire lo stesso i beni ereditabili?

Ci sembrava di aver già risposto qui: i creditori del chiamato possono chiedere ed ottenere dal giudice un decreto che costringa il garante a sciogliere la riserva prima che sia decorso il termine decennale: se il garante accetta l'eredità i creditori lo escutono (nei limiti del patrimonio ereditato qualora egli accetti con beneficio di inventario); se il garante rinuncia all'eredità i creditori si sostituiscono al chiamato per accettare l'eredità in sua vece fino al soddisfacimento del debito vantato nei confronti del debitore garantito.

La situazione la risolve solo divorziando (n.b. divorzio, la separazione non basta) da sua moglie ed uscendo così dall'asse ereditario.

17 gennaio 2016 · Carla Benvenuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accettazione eredità con beneficio inventario

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Debiti ereditari e beneficio di inventario
Il beneficio di inventario consente all'erede di tenere distinto il proprio patrimonio da quello del defunto. Il "beneficio di inventario" è un istituto che consente all'erede di tenere distinto il proprio patrimonio da quello del defunto (articolo 490 del Codice civile). Questo istituto è opportuno nei casi in cui l'erede ...
Rinuncia eredità con beneficio di inventario - i creditori possono chiedere di abbreviare il termine decennale per l'accettazione
A tutela dei creditori del de cuius e a tutela dei creditori nei confronti del chiamato all'eredità che accetta con beneficio di inventario, la legge mette a disposizione uno strumento molto efficace, il cui scopo è quello di abbreviare il termine decennale per l'accettazione. L'articolo 481 del codice civile può ...
Accetta l'eredità con beneficio d'inventario per sfuggire al fermo amministrativo » Non basta
Fermo amministrativo: l'erede è responsabile anche se ha accettato con beneficio di inventario se il "de cuius" non ha pagato l'assicurazione dell'auto. L'erede che abbia accettato l'eredità con beneficio di inventario, pur conservando una responsabilità limitata per i debiti e le passività ereditarie, subentra comunque nella titolarità dei beni e ...
Solo la redazione dell'inventario consente all'erede di pagare i debiti del defunto entro il limite del valore dei beni ricevuti
Com'è noto, l'effetto dell'accettazione dell'eredita con beneficio d'inventario consiste nel tenere distinto il patrimonio del defunto da quello dell'erede. L'erede conserva verso l'eredità tutti i diritti e tutti gli obblighi che aveva verso il defunto, tranne quelli estinti per effetto della morte (sanzioni amministrative, ad esempio). Inoltre, l'erede accettante con ...
Nessuna azione esecutiva promossa dai creditori del defunto è possibile contro chi accetta l'eredità con beneficio di inventario
Una volta trascritta l'accettazione dell'eredità con beneficio di inventario non è più possibile l'esecuzione individuale contro chi ha accettato con beneficio di inventario e sui suoi beni. Tanto alla luce del condiviso principio, affermato dalla giurisprudenza di legittimità, secondo cui l'erede che abbia accettato l'eredità con beneficio di inventario non ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca