Revoca Reddito di cittadinanza (RdC) – L’importo da restituire costituisce un debito solidale per l’intero nucleo familiare?


Il RdC, è un beneficio che, formalmente, si estende a tutto il nucleo familiare per cui INPS intima la restituzione come debito solidale


La lettera di revoca del Reddito di Cittadinanza (RdC) che l’Inps mi ha mandato a casa dice che sia il richiedente sia il nucleo famigliare devono restituire le somme? Quindi possono rifarsi su tutti?
E se nella domanda ho omesso di dichiarare un componente, su quel componente non possono rifarsi spero?

L’articolo 7, comma 1 e 2, del decreto legge 4/2019, convertito dalla legge 26/2019, ovvero la legge che istituisce e regola il reddito di cittadinanza, sanziona penalmente la condotta di chiunque, al fine di ottenere indebitamente il beneficio del Reddito di Cittadinanza (RdC), rende o utilizza dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose non vere, ovvero omette informazioni dovute, nonché l’omessa comunicazione delle variazioni di reddito o del patrimonio, anche se provenienti da attività irregolari, nonché di altre informazioni dovute o rilevanti ai fini della revoca o della riduzione del beneficio entro i termini di legge.

Il Reddito di Cittadinanza, è un beneficio che, formalmente, si estende a tutto il nucleo familiare per cui INPS intima la restituzione inquadrando il debito come solidale: ai sensi dell’articolo 1292 del codice civile l’obbligazione è in solido quando più debitori sono obbligati tutti per la medesima prestazione, in modo che ciascuno può essere costretto all’adempimento per la totalità e l’adempimento da parte di uno libera gli altri.

Non riteniamo, tuttavia, che l’INPS possa escutere il debito come solidale (quindi rivolgendosi a tutti i componenti del nucleo familiare), dal momento che un qualsiasi componente del nucleo familiare è, fino a prova contraria, un soggetto assolutamente passivo rispetto al richiedente DSU/ISEE il quale, peraltro, si è assunto la responsabilità penale e civile qualora la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), da egli stesso sottoscritta, fosse inficiata da informazioni mendaci (articolo 76 del DPR 445/2000).

Al massimo, l’INPS potrà esigere la restituzione dell’indebito esclusivamente al sottoscrittore della domanda di reddito di cittadinanza e al sottoscrittore della DSU/ISEE collegata alla domanda (qualora non siano lo stesso soggetto).

29 Ottobre 2022 · Genny Manfredi





Se il post è stato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!




Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni » Revoca Reddito di cittadinanza (RdC) – L’importo da restituire costituisce un debito solidale per l’intero nucleo familiare?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.