Reddito di cittadinanza a 5 stelle - Come sarà (se ci sarà)?

Sono un ragazzo napoletano disoccupato da molti anni: in vista delle elezioni politiche, io e molti ragazzi nella mia stessa situazione abbiamo votato il partito che ha proposto la misura del reddito di cittadinanza.

Visto che hanno, in teoria, vinto, vorrei saperne di più su questa forma di assistenzialismo che sta facendo molto clamore.

Come funzionerà?

Il famoso, o famigerato, reddito di cittadinanza proposto dal partito M5S (Movimento Cinque Stelle) ha scosso dalle fondamenta il Belpaese in vista delle tanto agognate elezioni politiche avvenute recentemente.

Come è ben noto a tutti gli scrutini delle politiche non hanno configurato una maggioranza totale in Parlamento, per cui chi sarà a governare, quando e come è ancora del tutto un enigma.

Unica certezza, però, è che il partito che ha preso più voti, il M5S, ha fatto una compagna elettorale fondata principalmente su una misura di assistenzialismo (o quasi) che ha fatto gola a parecchi cittadini italiani.

Parliamo, appunto, del reddito di cittadinanza.

Non ci pronunciamo sulla possibilità di approvazione della proposta, anche perché, come detto, il futuro della politica italiana è ancora pieno di foschia: non sappiamo peraltro se il M5S salirà al governo o meno.

Intanto, però, facciamo un piccolo focus sulla proposta (quella originale) promossa dal partito.

Se la proposta sarà approvata, ben 9 milioni di italiani avranno diritto al reddito di cittadinanza, cioè tutti coloro che non hanno reddito o hanno redditi molto bassi.

E questo vale per i componenti di tutta la famiglia: una famiglia di 4 persone può arrivare a percepire anche 1950 euro.

Naturalmente esenti da tasse, ed esenti anche da pignoramenti.

Una famiglia di tre persone, con genitori disoccupati a reddito zero e figlio maggiorenne a carico: il reddito di cittadinanza per la famiglia sarà pari a 1560 euro al mese.

Una coppia di pensionati con pensioni minime da 400 euro ciascuno: il reddito di cittadinanza sarà pari ad altri 370 euro per la coppia, come integrazione al reddito.

Per poter chiedere il reddito di cittadinanza, sono sufficienti questi requisiti:

  • avere più di diciotto anni ed essere inoccupato
  • percepire un reddito di lavoro inferiore alla soglia di povertà
  • percepire una pensione inferiore alla soglia di povertà

Ricordiamo che la soglia di povertà, in Italia, per nuclei familiari composti da un unico individuo è di 780 euro.

Detta soglia varia in funzione del numero di persone che compongono il nucleo familiare.

Se potrai percepire il reddito, per conservarlo ti verrà richiesto di adempiere ad alcune regole:

  • Iscriverti presso i centri per l'impiego e renderti subito disponibile a lavorare
  • Iniziare un percorso per essere accompagnato nella ricerca del lavoro dimostrando la reale volontà di trovare un impiego
  • Offrire la propria disponibilità per progetti comunali utili alla collettività (8 ore settimanali)
  • Frequentare percorsi per la qualifica o la riqualificazione professionale
  • Effettuare ricerca attiva del lavoro per almeno 2 ore al giorno
  • Comunicare tempestivamente qualsiasi variazione del reddito
  • Accettare uno dei primi tre lavori che ti verranno offerti

Se hai un lavoro a tempo pieno, ma sei sottopagato, avrai diritto all'integrazione del reddito.

La legge prevede infatti anche l'introduzione di un salario minimo contrattuale.

Nessuno potrà più essere pagato meno di 9 euro l'ora.

Se invece hai un lavoro part time, il tuo salario sarà integrato fino ad arrivare a 780 euro al mese.

Ricordiamo che siamo ancora lontani da qualsivoglia disegno di legge o discussione alle Camere: il reddito di cittadinanza esposto, dunque, si basa meramente sul programma elettorale del M5S.

9 marzo 2018 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

sostegno al reddito inclusione attiva e reddito di inclusione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

REI - reddito di inclusione » Un assegno mensile fino a 485 euro per le famiglie con reddito complessivo ISEE non superiore ai seimila euro
Il Reddito d'inclusione (ReI), è uno strumento di contrasto alla povertà che sostituisce sia il Sostegno all'Inclusione Attiva (SIA) che l'Asdi (Assegno Sociale di DIsoccupazione) e gli aventi diritto potranno beneficiarne a partire dal primo gennaio 2018. La misura consiste in un assegno mensile di importo variabile dai 190 fino ...
Incentivi ai mutui » Cosa verrà fuori dal pacchetto casa varato dal governo?
Il Pacchetto Casa approvato dal Consiglio ministri prevede, tra le altre misure, anche un intervento della Cassa Depositi e Prestiti per alimentare il mercato dei mutui per la prima casa, favorendo le fasce più deboli. Ma prima che si possano stipulare mutui usufruendo di questo fondo, però, dovrà essere siglato ...
Il reddito dello studio associato va sempre assoggettato ad IRAP a meno che ...
L'esercizio in forma associata di una professione liberale costituisce circostanza di per sé idonea a far presumere l'esistenza di un'autonoma organizzazione di strutture e mezzi, ancorché non di particolare rilevanza economica, nonché dell'intento di avvalersi della reciproca collaborazione e competenze, ovvero della sostituibilità nell'espletamento di alcune incombenze. Si può pertanto ...
Assegno sociale - Nuovo importo da gennaio 2018 e limiti di reddito per fruirne in misura intera o ridotta
Come è noto, l'assegno sociale è una misura di sostegno al reddito destinata ai cittadini, italiani e stranieri, in condizioni economiche disagiate e con redditi inferiori a determinate soglie. I cittadini stranieri comunitari devono essere iscritti all'anagrafe del comune di residenza, mentre i cittadini extracomunitari, i rifugiati o i titolari ...
Accesso alla pensione di invalidità - Dal 28 giugno 2013 si prende in considerazione il solo reddito del richiedente
La legge 99/13 dispone che il limite di reddito per il diritto alla pensione di inabilità in favore dei mutilati e degli invalidi civili è calcolato con riferimento al reddito agli effetti dell'IRPEF con esclusione del reddito percepito da altri componenti del nucleo familiare di cui il soggetto interessato fa ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca