Naspi e reddito di cittadinanza – Il reddito di cittadinanza dovrebbe aumentare al diminuire dell’indennità di disoccupazione percepita

Percepisco la Naspi e anche il RDC: come ben sappiamo la Naspi si riduce del 3% dal 4° mese in poi, per cui, in teoria il RDC dovrebbe aumentare.

Qual è secondo voi la procedura da adottare? Secondo fonte Inps, in questo caso c’e’ una lacuna del Decreto e secondo una loro empirica teoria non dimostrata mi hanno risposto che molto probabilmente la mensilità del RDC si aggiorna in automatico, man mano che la Naspi diminuisce. Io ci credo poco. Voi cosa ne pensate?

Come ben sappiamo, il reddito di cittadinanza ha un massimo per la componente ad integrazione del reddito familiare, fissato alla soglia di euro 6 mila annui moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza ed una componente, ad integrazione del reddito dei nuclei familiari residenti in abitazione in locazione, pari all’ammontare del canone annuo previsto nel contratto in locazione, come dichiarato a fini ISEE, fino ad un massimo di euro 3 mila e 360 annui (oppure fino ad un massimo di mille e 800 euro annui ai nuclei familiari residenti in abitazione di proprietà per il cui acquisto o per la cui costruzione sia stato contratto un mutuo da parte di componenti il medesimo nucleo familiare).

E’ evidente, allora, che al diminuire dell’indennità di disoccupazione, la componente di integrazione del reddito familiare dovrebbe aumentare fino a mantenere il massimo del reddito di cittadinanza nei limiti stabiliti per legge.

Può anche darsi che la risposta del sistema di calcolo non sia immediata, nel qual caso l’INPS provvederà sicuramente ad una compensazione (su base annuale) attraverso la liquidazione di una somma aggiuntiva che tenga conto dell progressiva diminuzione del reddito familiare riconducibile all’indennità di liquidazione.

Insomma, bisogna avere fede!

18 Dicembre 2019 · Genny Manfredi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Istituzione del reddito di cittadinanza - Chi sta percependo la Naspi continuerà a beneficiarne?
Dopo un breve periodo in cui ho lavorato, percepisco l'assegno di disoccupazione Naspi da circa un anno: in più voglio precisare che sono proprietario di un appartamento. Non possiedendo i requisiti per poter ottenere il reddito di cittadinanza, continuerò a percepire la NASPI? Praticamente, ciò che voglio sapere è: il reddito di cittadinanza assorbirà anche la NASPI? ...

Disoccupazione Naspi - Decurtazione dell'indennità percepita in caso di nuova occupazione
Mio figlio percepirà la Naspi per circa 7 mesi, da dicembre 2018 a luglio 2019: a marzo svolgerà un lavoro parasubordinato (gestione separata) presso l'Università con contratto da marzo a settembre e reddito lordo totale per 6 mesi (80 ore) di circa 2000 euro. Ora, avendo chiamato anche l'INPS al numero verde che non ha saputo rispondere, vorremo chiedere se Voi potete aiutarci a capire quali decurtazioni subirà nella naspi che è di circa 660 euro al mese. Si legge che sarà dell'80% del reddito previsto, rapportato ai mesi di fruizione della NASPI. Non riusciamo a capire che tipo di ...

NASpI e Reddito di Cittadinanza
Dall'entrata in vigore del reddito di cittadinanza, un dipendente che perde il lavoro ha ancora diritto alla NASpi oppure il reddito di cittadinanza subentra a pieno titolo come ammortizzatore sociale? Da quello che si legge e da quanto si sente, non c'è molta chiarezza. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Naspi e reddito di cittadinanza – Il reddito di cittadinanza dovrebbe aumentare al diminuire dell’indennità di disoccupazione percepita