Recupero affitti non pagati in Romania

Ho affittato casa a una famiglia di rumeni, mi devono circa 20 mila euro di affitti e spese varie. Sto pensando di recuperare i miei soldi. Il mio avvocato ha già contattato alcune banche e qualcosa si può recuperare in Italia. Ma da indagini molto lo posso riprendere in Romania: mi conviene portare avanti la pratica? A spaventare il mio avvocato è il fatto di dover andare a fare il pignoramento in Romania.

Ma a parte questo, vale la pena tentare?

Nessuno, meglio del suo avvocato, può rispondere alla domanda da lei posta.

In generale si può solo considerare che, se il contratto di affitto era registrato c/o l'ADE, se il conduttore inadempiente nei confronti degli obblighi previsti nel contratto di locazione possiede beni pignorabili in Romania, se l'avvocato a cui si è rivolto è nelle condizioni di poter affidare la pratica ad un corrispondente studio legale rumeno a costi ragionevoli (non riesco a pensare ad un avvocato italiano che si sposti in Romania per chiedere qualcosa di equivalente ad un decreto ingiuntivo nei tribunali locali secondo le procedure colà vigenti), se il preventivo dei costi certi da sostenere è inferiore ad una pur prudente stima del recuperabile, allora sì, vale la pena tentare.

20 luglio 2014 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Debitore insolvente? » Ecco alcune dritte su come recuperare il credito
In caso di debitore insolvente, il creditore potrà procedere al recupero del credito, innanzitutto verificando se il debitore è titolare di conti correnti, di automobili, di crediti da lavoro dipendente o conti in banca. Ecco come agire. Debitore insolvente? » Le informazioni necessarie Prima di intraprendere la decisione di tentare ...
La black list delle società di recupero crediti sanzionate per pratiche ingannevoli o aggressive
Pratica aggressiva consistente in finte citazioni in giudizio, per tentare di recuperare, attraverso studi legali, presunti crediti acquisiti dalla società di telecomunicazioni LTS, con l'indicazione fittizia della data della prima udienza; e senza che segua alcuna iscrizione della causa a ruolo, presso sedi di Giudici di Pace sistematicamente diverse da ...
Interessi moratori su cartella esattoriale - necessità di indicare il criterio di calcolo
Sono nulli gli atti dell'Agente della riscossione se non indicano il criterio di calcolo degli interessi moratori. Secondo una recentissima sentenza della Cassazione, gli atti dell'Agente della riscossione devono contenere l'indicazione della base di calcolo degli interessi, a pena di nullità (Cassazione, sezione tributaria, sentenza del 21 marzo 2012, numero ...
Rimborsi del 730 » Tutti gli aggiornamenti
Dichiarazione dei redditi: vi presentiamo tutte le novità del 2014 in merito ai rimborsi del 730. Saranno ben sei i mesi di attesa per i rimborsi del 730 oltre i 4.000 euro. Se il Fisco non si pronuncia, vale il silenzio-assenso e il sostituto d'imposta può pagare. È questo l'intervento ...
Quando non pagare una ammenda o una cartella esattoriale impedisce il rilascio o il rinnovo del passaporto
La legge numero 1185 del 21 novembre 1967, prevede che non possono ottenere il rinnovo o il rilascio del passaporto coloro che debbano espiare una pena restrittiva della libertà personale o pagare un'ammenda. Per questi ultimi, tuttavia, può essere richiesto il nullaosta all'autorità giudiziaria. Quando ci fanno una contravvenzione per ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca