Rc auto: attestato di rischio – Cosa cambia dal 1 Giugno 2018?

In merito alle assicurazioni rc auto, tra le tante cose che verranno modificate, è presente anche l’attestato di rischio.

Cosa cambia a partire da Giugno 2018?

Per quanto riguarda l’rc auto, l’attestato di rischio, a partire dal 1 Giugno 2018, sarà reso digitale e dinamico.

Dunque, l’attestato di rischio digitale che, diventa dinamico per valutare con maggiore precisione la sinistrosità dell’assicurato.

Il provvedimento stabilisce il rilascio dell’attestato per tutte le tipologie di contratto (bonus/malus, franchigia e tariffa fissa), la modifica della tabella di sinistrosità pregressa ed la progressiva estensione, anno dopo anno, fino a 10 anni.

Ed ancora viene adeguata la normativa all’esigenza di valutare correttamente la sinistrosità dell’assicurato anche rispetto ai sinistri pagati fuori dal periodo di osservazione o pagati dopo la scadenza del contratto, se alla scadenza del contratto stesso, l’assicurato abbia cambiato compagnia (nel caso dei “sinistri tardivi”).

Questo consentirà di evitare comportamenti elusivi o fraudolenti, a beneficio degli assicurati virtuosi.

Si ricorda che l’attestato di rischio si riceve almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza: il documento può essere scaricato nell’area dedicata sul sito internet della compagnia e si può richiedere una consegna telematica aggiuntiva tra quelle previste dall’impresa (ad esempio posta elettronica, app per smartphone o tablet/dispositivi multimediali).

In caso di polizza stipulata presso un intermediario (agente, broker), è possibile richiedere la stampa dell’attestato di rischio senza alcun costo.

25 Maggio 2018 · Eleonora Figliolia

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

RC auto ed attestato di rischio - E' lecito considerare un incidente del 2010 nella nuova polizza del 2018?
Avevo un auto, poi demolita, assicurata fino al 2013: nel 2010 sono stato vittima di un piccolo incidente che ha rilevato un 50% di responsabilità (non ci sono stati pagamenti alle parti). Dopo quasi 5 anni senza auto, ne compro una nuova (usata) e chiedo preventivi online. Risultato: mi viene detto che l'incidente del 2010 (siamo nel 2018, quindi 8 anni fa) deve venire COMUNQUE conteggiato perché appare nell'attestato di rischio (che include gli anni 2009-2013). Da nessuna parte viene specificato "ultimi 5 anni assicurati", bensì solo "ultimi 5 anni". E' lecito considerare l'incidente del 2010 nella nuova polizza del ...

Stipulare un'assicurazione rc auto senza attestato di rischio - Bisogna partire necessariamente dalla 14esima classe?
Devo stipulare la mia prima assicurazione rc auto sull'automobile che ho comprato dopo tanto sudore a lavoro: non essendo mai stato assicurato non posseggo un attestato di rischio. Devo partire per forza dall'ultima classe? ...

Rc auto: attestato di rischio digitale (o telematico) » Cosa cambia ( e non) per gli automobilisti italiani
A partire dallo scorso 1 luglio 2015 è entrato in vigore il Regolamento dell'IVASS che corona le modifiche legislative degli ultimi anni legate alla scadenza delle polizze (non più con rinnovo automatico) e al rilascio degli attestati di rischio contenenti, tra le altre, informazioni sulla classe di merito maturata. Per le polizze rc auto in scadenza, dal recente 1 Luglio 2015 gli attestati di rischio vengono consegnati al contraente/assicurato esclusivamente per via telematica, con un anticipo di almeno 30 giorni rispetto alla scadenza del contratto. Dapprima, questa modalità era possibile solo come facoltà alternativa al classico invio cartaceo. L'obbligo si ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rc auto: attestato di rischio – Cosa cambia dal 1 Giugno 2018?