Decreto ingiuntivo precetto e pignoramento - Vorrei ancora dei chiarimenti

Vorrei ancora dei chiarimenti riguardo al precetto e al decreto ingiuntivo: dopo aver ricevuto la DBT la banca o finanziaria può ricorrere in ordine a: 1) precetto 2) decreto ingiuntivo 3) pignoramento presso terzi. E' corretto?

Inoltre, dopo il precetto mi pare di aver capito che solitamente si hanno 40 giorni per proporre opposizione, in questi 40 giorni le eventuali somme che dovessero confluire nel conto corrente (stipendio, tredicesima o quattordicesima mensilità) sarebbero bloccate oppure si può prelevare tutta la somma del conto corrente?

E per quanto riguarda lo stipendio idem oppure il datore di lavoro è obbligato a trattenere un quinto già dalla notifica del precetto?

Dopo la notifica del decreto ingiuntivo, il debitore ha quaranta giorni di tempo per proporre opposizione.

Al decreto ingiuntivo non opposto, oppure al rigetto dell'opposizione, segue il precetto notificato al debitore con l'intimazione ad adempiere entro cinque giorni.

Decorso quest'ultimo termine, possono essere avviate le azioni esecutive, compreso il pignoramento del conto corrente o il pignoramento dello stipendio presso il datore di lavoro.

22 giugno 2016 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

decreto ingiuntivo
opposizione a decreto ingiuntivo
precetto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Riscossione coattiva dei crediti – Decreto ingiuntivo e precetto
Il decreto ingiuntivo, così come la cartella esattoriale, l'assegno o la cambiale, sono titoli esecutivi. Dopo la notifica del decreto ingiuntivo si hanno a disposizione 40 giorni per impugnarlo. In assenza di opposizione, verrà notificato un precetto con il termine ultimativo di 10 giorni per il pagamento. Decorso tale termine, ...
Notifica del decreto ingiuntivo e del precetto - irreperibilità del debitore e vizi di nullità
La notifica di un decreto ingiuntivo o di un precetto richiede che l'ufficiale giudiziario indichi specificamente le ragioni di difficoltà materiale per cui non ha potuto procedere, descrivendo, in particolare, le infruttuose ricerche del debitore nel luogo di residenza, dimora, o di domicilio, con conseguente illegittimità della notifica qualora la ...
Decreto ingiuntivo non notificato correttamente? I rimedi: opposizione all'esecuzione ed opposizione tardiva
In caso di esecuzione forzata, iniziata con un decreto ingiuntivo non notificato correttamente, gli unici rimedi per il debitore sono presentare l'opposizione all'esecuzione o l'opposizione tardiva. In tema di esecuzione forzata avviata sulla base di un decreto ingiuntivo, infatti, occorre distinguere tra l'ipotesi di deduzione della inesistenza della relativa notificata ...
Decreto ingiuntivo, opposizione a decreto ingiuntivo e mediazione obbligatoria
Attraverso il meccanismo della mediazione obbligatoria il legislatore si è posto come obiettivo quello di rendere il procedimento giudiziale la extrema ratio: cioè l'ultima possibilità dopo che le altre possibilità sono risultate precluse. Quindi l'onere di esperire il tentativo di mediazione deve allocarsi presso la parte che ha interesse al ...
Recupero crediti » Quando presentare ricorso per decreto ingiuntivo
Tramite l'esibizione della domanda di decreto ingiuntivo, la quale si effettua con il ricorso, è possibile instaurare un procedimento ingiuntivo. Con quest'ultimo, il titolare di un credito liquido, certo ed esigibile, fondato su prova scritta, può ottenere, il decreto ingiuntivo. Il decreto ingiuntivo è un provvedimento con il quale il ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca