Pignoramento della pensione - Quanto possono togliermi?

A causa di un finanziamento di circa 10.000 euro andato male (non sono stato in grado di sostenere le rate) mi è stato disposto il pignoramento della pensione. Sono ancora in attesa di conoscere le misure del provvedimento. Sono molto in ansia, però, dato che sono vedovo e vivo solo con la mia pensione. Quanto possono togliermi mensilmente? Percepisco un assegno dall'Inps di 1200 euro.

Per quanto riguarda il pignoramento delle pensioni, va calcolato innanzitutto il minimo vitale impignorabile.

Per calcolare l'importo del minimo vitale occorre prendere la misura dell'assegno sociale erogato dall'Inps e sommarvi la metà di tale stesso importo.

Pertanto, dato l'importo dell'assegno sociale per l'anno 2017 è attualmente di 448,07 euro, il minimo di sopravvivenza impignorabile è pari a 672,10 euro.

Dunque, nel suo caso, la quota eccedente pignorabile della sua pensione ammonta a 527,9 euro.

Nel caso di pignoramento di stipendio o pensione, la quota pignorabile da parte di privati è di un quinto (1/5).

In conclusione, al netto del minimo vitale, la sua pensione è pignorabile, come accennato, per 527,9 euro.

Questa somma è pignorabile per un quinto.

Dunque, il pignoramento massimo mensile sulla sua pensione sarà di circa 106 euro (105,58).

6 ottobre 2017 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

minimo vitale
pignoramento pensione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La nuova quota impignorabile della pensione (minimo vitale) è pari all'assegno sociale aumentato della metà
Com'è noto, per la determinazione della componente assoggettabile a pignoramento le cose sono differenti a seconda che si tratti di pensioni o stipendi. Per le pensioni entra in gioco il cosiddetto “minimo vitale impignorabile”: al pensionato, infatti, è stata riconosciuta fino ad oggi, in sede giudiziale di merito e di ...
Trattenute sulla pensione per il recupero di pagamenti non dovuti - L'INPS può prelevare il 20% solo sull'importo che eccede il minimo vitale
In tema di indebito previdenziale, l'Inps, salvo il diritto di chiedere la restituzione del pagamento non dovuto, può recuperare gli indebiti e le omissioni contributive anche mediante trattenute sulla pensione, in via di compensazione, col duplice limite che la somma oggetto di cessione, sequestro, pignoramento o trattenuta non superi la ...
La pensione sociale (o assegno sociale) - come ottenerla
La pensione sociale, o assegno sociale, è una prestazione di carattere assistenziale che prescinde del tutto dal versamento dei contributi e spetta ai cittadini che si trovino in condizioni economiche disagiate ed abbiano situazioni reddituali particolari previste dalla legge. Il diritto alla prestazione è accertato in base al reddito personale ...
Il pignoramento della pensione e il nuovo minimo vitale
Le somme da chiunque dovute a titolo di pensione, di indennità che tengono luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza, non possono essere pignorate per un ammontare corrispondente alla misura massima mensile dell'assegno sociale, aumentato della metà. La parte eccedente tale ammontare è pignorabile nei limiti previsti dal ...
Attribuzione della pensione di invalidità - per il requisito reddituale conta l'anno da cui decorre la prestazione
Ai fini dell'accertamento del requisito reddituale previsto per l'attribuzione della pensione di inabilità deve farsi riferimento all'anno da cui decorre la prestazione e deve tenersi conto non solo del reddito personale dell'invalido, ma anche di quello eventuale del coniuge fino alla data di entrata in vigore del decreto legge 76/13 ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca