Probabile pignoramento pensione - Quanto l'INPS preleverà mensilmente?

Percepisco una pensione netta di euro 1500 e da cui inps trae un prestito con rata di euro 225 per dieci anni. Pago mensilmente rata mutuo di circa euro 500. A seguito di decreto ingiuntivo per un prestito finanziario non pagato, quale somma possono pignorare?. Sottolineo, forse non importa, che il mio nucleo familiare si compone di quattro persone e senza altro reddito.
Non ho altre risorse.

Ha perfettamente ragione: nel calcolo della quota pignorabile della pensione non influisce il numero di componenti del nucleo familiare, l'entità del reddito da ciascuno di essi percepito e nemmeno la rata del mutuo pagata.

Lei ha una pensione, al netto degli oneri fiscali ed al lordo di una cessione in corso, pari a 1725 euro. Da questa somma va detratto il minimo vitale, che, al momento in cui scriviamo, oscilla intorno a 680 euro.

La parte pignorabile della pensione è data pertanto da 1725 - 680 euro = 1045 euro. Il prelievo mensile sarà pari al 20% della parte pignorabile, ovvero circa 209 euro.

11 luglio 2018 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento pensione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pensione di invalidità civile » Se la domanda è ancora in sospeso per ottenerla va conteggiato il reddito personale
Pensione di invalidità civile: conta il reddito personale o quello familiare? Pensione di invalidità civile: va conteggiato il reddito personale e non quello familiare, se la domanda è ancora in sospeso. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione, con sentenza 21807/14. Secondo quanto si apprende dalla pronuncia in ...
Gratuito patrocinio - Nuove regole
Può essere ammesso al gratuito patrocinio chi è titolare di un reddito imponibile ai fini dell'imposta personale sul reddito, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a euro 11.493,82. Se l'interessato convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ...
Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE per l'accesso a prestazioni socio sanitarie - Il nucleo familiare ristretto
Le prestazioni sociosanitarie, ai sensi della definizione adottata a fini ISEE, sono identificate come le prestazioni sociali agevolate assicurate nell'ambito di percorsi assistenziali integrati di natura sociosanitaria. Si tratta di prestazioni rivolte a persone con disabilità e limitazioni dell'autonomia, ovvero interventi in favore di tali soggetti: di sostegno e di ...
Nucleo familiare dei coniugi fra loro non conviventi - Nucleo familiare dei figli fiscalmente a carico (celibi e senza figli) non conviventi con i genitori
Com'è noto, in generale, il nucleo familiare del richiedente è costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica (stato di famiglia) alla data di presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). Nucleo familiare dei coniugi non conviventi I coniugi che hanno diversa residenza anagrafica fanno parte dello stesso nucleo familiare. A tal ...
Il prestito della speranza - I vescovi italiani al fianco di precari, disoccupati e giovani in cerca di lavoro
Persone fisiche e famiglie che hanno difficoltà ad accedere al credito, ed in particolare precari, disoccupati, giovani in cerca di lavoro, possono accedere al prestito della speranza, un prestito erogato da una qualsiasi banca e di cui si fa garante la Commissione Episcopale Italiana (CEI) che intende, così, perseguire l'inclusione ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca