Pignoramento conto corrente per lavoratore dipendente


Io ho dei debiti che ho accumulato con la mia attività per cartelle esattoriali e altri debiti avuti con una multinazionale che mi ha bloccato i conti prelevandomi tutto quello che avevo che comunque non bastava a saldare il debito. Ora dopo un po’ di anni che sono rimasto disoccupato sto per cominciare a lavorare come dipendente.

Ho letto che se sei lavoratore dipendente ti possono pignorare lo stipendio per un massimo di un quinto, mentre se ti pignorano il conto corrente possono pignorare tutto il denaro disponibile (oltre il triplo dell’ assegno sociale) che c’è prima del pignoramento mentre dal pignoramento in poi possono pignorare solo un quinto dello stipendio depositato esatto?

Se qualcuno mi potesse confermare questa cosa sarebbe gentilissimo: non vorrei lavorare e vedermi tutti i mesi lo stipendio pignorato per intero, in poche parole vorrei sapere se lo stipendio di un dipendente non può essere pignorato per intero essendo l’unica entrata che ha per fare una vita decente.

Ha inteso benissimo: ma stia tranquillo, si tratta di aspetti procedurali che conosce benissimo anche il creditore il quale anzichè sbattersi per pignorarle il conto corrente tutti i mesi, procederà pignorandole una tantum la busta paga presso il datore di lavoro per un quinto.

Se ci fossero altri creditori insoddisfatti, questi, di tanto in tanto, pizzicheranno il conto corrente del debitore inadempiente per pignorare il saldo dei risparmi eventualmente accumulati oltre il triplo dell’importo corrispondente al massimo dell’assegno sociale.

4 Luglio 2019 · Carla Benvenuto



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento conto corrente per lavoratore dipendente