Pagamento debiti ad enti diversi: somma massima pignorabile

Ho stipulato un rientro rateale con Equitalia per due distinte procedure esattoriali. Nel frattempo il mio comune mi ha pignorato lo stipendio per debiti relativi a rate dell’asilo di mia figlia non pagate e l’intero affitto di un immobile per il pagamento di rate di Imu mai pagate.

Volevo sapere se posso in qualche modo oppormi al secondo debitore dimostrando l’esistenza di un accordo pregresso con Equitalia o se comunque esiste un limite massimo di somma pignorabile.

La procedura esattoriale di pignoramento dello stipendio per debiti verso la Pubblica Amministrazione (Comuni, Regioni, Equitalia)) prevede che per stipendi di importo non superiore a 2 mila e 500 euro, il limite di pignorabilità è di un decimo della retribuzione netta. Per importo dello stipendio compreso tra 2.500 euro 5.000 euro, la quota massima diventa un settimo, mentre per importi superiori a 5.000 euro si applica il vincolo ordinario del quinto.

Tali limiti sarebbero rimasti invariati anche se lei non avesse concordato un piano di rientro rateale con Equitalia e quest’ultima avesse avviato, nei suoi confronti, la procedura esecutiva di pignoramento dello stipendio.

In pratica Equitalia, per veder rimborsato il credito per cui agiva, avrebbe dovuto attendere la completa escussione, tramite quota pignorata mensile dello stipendio, dell’importo dovuto al Comune in seguito all’omesso pagamento della retta per asilo nido nonché dei tributi IMU.

Nella situazione attuale, invece, l’accordo con Equitalia ed il pignoramento da parte del Comune possono viaggiare insieme.

22 Ottobre 2014 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Prelievo dal conto corrente pignorato della somma prevista dalla legge come non pignorabile
Ho accredito sul conto corrente di indennità di accompagnamento (sono invalido civile al 100%) di 500 euro al mese più assegno ordinario di invalidità (in quanto lavoratore) di 300 euro per un totale mensile di 800 euro. Ho avuto su questo conto un pignoramento da terzi, mi è arrivata lettera di precetto ed è stata fissata udienza inoltre la banca mi ha confermato il blocco del conto. Volevo sapere qual'è la parte che possono pignorare e soprattutto se posso prelevare dal bancomat la somma che non possono bloccare o sono costretto a ritirare allo sportello della filiale? ...

Disoccupazione agricola - E' pignorabile?
Sono madre di 4 bambini minorenni e separata legalmente: ho dei debiti con Equitalia/Agenzia Entrate, e volevo sapere se possono pignorarmi l'indennità di disoccupazione. ...

Debiti derivanti dall'eredità - Cosa fare se gli altri eredi non vogliono pagare i debiti del de cuius?
In eredità ho ricevuto una casa con altri eredi e dei debiti: tra gli eredi c'è uno in pignoramento e solo io e mia sorella siamo dipendenti rischiando il pignoramento; gli altri eredi non sono intenzionati a pagare la loro quota di debiti poiché consci di non rischiare alcun pignoramento. Abbiamo l'intenzione di vendere l'immobile. Vorrei sapere se è possibile, in seguito all'ipotetica vendita, suddividere il ricavato in due assegni: 1) il primo da intestare all'inps per coprire i debiti 2) il secondo per eventuale ricavo da spartire tra gli eredi. La mia situazione è particolare poiché ho intenzione di ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pagamento debiti ad enti diversi: somma massima pignorabile