Pagamento debiti ad enti diversi: somma massima pignorabile

Ho stipulato un rientro rateale con Equitalia per due distinte procedure esattoriali. Nel frattempo il mio comune mi ha pignorato lo stipendio per debiti relativi a rate dell'asilo di mia figlia non pagate e l'intero affitto di un immobile per il pagamento di rate di Imu mai pagate.

Volevo sapere se posso in qualche modo oppormi al secondo debitore dimostrando l'esistenza di un accordo pregresso con Equitalia o se comunque esiste un limite massimo di somma pignorabile.

La procedura esattoriale di pignoramento dello stipendio per debiti verso la Pubblica Amministrazione (Comuni, Regioni, Equitalia)) prevede che per stipendi di importo non superiore a 2 mila e 500 euro, il limite di pignorabilità è di un decimo della retribuzione netta. Per importo dello stipendio compreso tra 2.500 euro 5.000 euro, la quota massima diventa un settimo, mentre per importi superiori a 5.000 euro si applica il vincolo ordinario del quinto.

Tali limiti sarebbero rimasti invariati anche se lei non avesse concordato un piano di rientro rateale con Equitalia e quest'ultima avesse avviato, nei suoi confronti, la procedura esecutiva di pignoramento dello stipendio.

In pratica Equitalia, per veder rimborsato il credito per cui agiva, avrebbe dovuto attendere la completa escussione, tramite quota pignorata mensile dello stipendio, dell'importo dovuto al Comune in seguito all'omesso pagamento della retta per asilo nido nonché dei tributi IMU.

Nella situazione attuale, invece, l'accordo con Equitalia ed il pignoramento da parte del Comune possono viaggiare insieme.

22 ottobre 2014 · Ornella De Bellis

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mancato pagamento di una sanzione - Conseguenze
Volevo un chiarimento: un paio di anni fa mi hanno arrestato e mi hanno fatto anche una multa pecuniaria; adesso è arrivata la cifra di 14000€ e vorrei sapere, visto che sono nudo proprietario, possono attaccarsi alla proprietà se lascio scadere il termine di pagamento. E dopo la scadenza si ...
Equitalia e le 120 rate » Piccolo prontuario per il debitore
Equitalia e la nuova rateazione: i requisiti e le somme. Ecco tutto ciò che c'è da sapere se si vuole dilazionare in 10 anni la cartella esattoriale e fare pace con l'agente della riscossione. Il prontuario. Sono svariate migliaia i cittadini e le imprese che hanno atteso che diventasse operativa ...
Canoni di locazione » Il versamento dell'affitto è dovuto fino alla riconsegna delle chiavi dell'appartamento
Il conduttore deve continuare a pagare l'affitto finché non riconsegna le chiavi dell'immobile: non importa se ha smesso smesso di viverci da diverso tempo perché, ad esempio, è crollato il soffitto. Non è consentito, infatti, al conduttore astenersi dal versare il canone, ovvero ridurlo unilateralmente, nel caso in cui si ...
Multa per eccesso di velocità in centro urbano » Se manca il segnale è valida?
Qualora si superi il limite di velocità, di 50 km/h orari, in un centro abitato, ma non sussista la presenza di nessun cartello indicativo, la multa viene considerata comunque valida? Facciamo chiarezza nel prosieguo dell'articolo. La risposta è positiva. La multa, infatti, è valida in quanto il limite massimo di ...
Equitalia » Come fermare l'esecuzione forzata sull'immobile anche dopo la notifica dell'avviso di vendita
Se il contribuente onora il debito, ottiene la rottamazione o comunque vince un procedimento in tribunale per delle cartelle esattoriali illegittime, l'espropriazione (o pignoramento immobiliare) della sua casa deve essere fermata, anche se è già stato notificato l'avviso di vendita. Deve essere interrotta la vendita forzata immobiliare, avviata da Equitalia, ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca