Terza richiesta di pagamento per una somma che non mi compete – Cosa fare?


Nel 2015 ho ricevuto da Clavis una richiesta di pagamento tramite RR,per conto di Rubidio, nel 2017 un altra richiesta dove Rubidio cedeva il credito a Banca Ifis e con la quale venivo invitato al pagamento, l’altro ieri altra RR da Banca Ifis dove mi invitano nuovamente al pagamento entro 20 gg. altrimenti saranno costretti a intraprendere le iniziative necessarie.
La premessa recita: Inviamo la presente in nome e per conto di Ifis etc ,in forza di procura notarile rilasciata in data ……. con atto per notaio invitandola a provvedere al pagamento…

Volevo chiedere un vostro parere in merito, e nel caso io non risponda e dovessero mandarmi un decreto ingiuntivo, posso poi impugnarlo e chiedere estratto conto e tutto l’incartamento relativo a quanto mi chiedono visto che cmq mi chiedono 2 somme delle quali una è sicura che non mi compete?

Secondo noi conviene contattare la cessionaria Banca IFIS e chiedere (con raccomandata AR, in modo che resti traccia dell’istanza) tutte le informazioni (copia contratto firmata, comunicazione di cessione da creditore originario a Banca IFIS, estratto conto cronologico che dia conto dei tassi di interesse e delle spese applicate alla originaria obbligazione) relative al credito la cui richiesta è ritenuta illegittima.

Qualora Banca IFIS non le rispondesse o qualora la risposta fosse da lei ritenuta insufficiente e non soddisfacente, potrà contestare la pretesa in sede di opposizione al decreto ingiuntivo che le venisse, eventualmente, notificato.

5 Maggio 2021 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Terza richiesta di pagamento per una somma che non mi compete – Cosa fare?