Nuovo requisito per fruire del Reddito di Cittadinanza (RdC) – Il beneficiario di età compresa fra 18 e 29 anni dovrà aver adempiuto al vigente obbligo di istruzione


Dal gennaio 2023 i beneficiari del reddito di cittadinanza di età compresa fra 18 e 29 anni dovranno aver adempiuto al vigente obbligo di istruzione

In risposta al mio precedente quesito in cui chiedevo se avendo compiuto i 26 anni, avendo costituito un nucleo familiare composto da me solo, con residenza diversa da quella dei miei genitori ed essendo nullatenente senza redditi e risparmi in conto corrente, avrei potuto aspirare ad ottenere il reddito di cittadinanza, mi è stato chiesto dallo staff di precisare il titolo di studio conseguito: pur non comprendendo il senso di tale richiesta ai fini del reddito di cittadinanza, preciso che ho frequentato fino al terzo anno di liceo scientifico. Resto in attesa di una gradita, nuova ed esauriente risposta al mio quesito.

La richiesta dello staff non era insensata: a partire dal primo gennaio 2023, infatti, per i beneficiari del reddito di cittadinanza appartenenti alla fascia di età compresa tra diciotto e ventinove anni che non hanno adempiuto all’obbligo di istruzione di cui all’articolo 1, comma 622, della legge 296/2006, l’erogazione del reddito di cittadinanza è subordinata anche all’iscrizione e alla frequenza di percorsi di istruzione degli adulti di primo livello, previsti dall’articolo 4, comma 1, lettera a), del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 29 ottobre 263/2012,comunque funzionali all’adempimento del predetto obbligo di istruzione.

Il testo dell’articolo 1 comma 316, della legge di bilancio 2023 numero 197/2022, prosegue aggiungendo che con apposito protocollo, stipulato dal Ministero dell’istruzione e del merito e dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, saranno individuate le azioni volte a facilitare le iscrizioni ai percorsi di istruzione erogati dai centri provinciali per l’istruzione degli adulti e, comunque, per l’efficace attuazione delle disposizioni del comma 315 e del presente comma. Le amministrazioni interessate provvedono alle attività previste dal presente comma nell’ambito delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente e, comunque, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

Ricordiamo che, in base alla normativa vigente, l’adempimento ordinario dell’obbligo di istruzione è finalizzato al conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore (diploma di liceo classico, scientifico, istituti tecnici) o di una qualifica professionale di durata almeno triennale.

In base a quanto fin qui esposto, purtroppo, chi ha posto il quesito non potrà presentare domanda al fine di ottenere il reddito di cittadinanza.

3 Gennaio 2023 · Genny Manfredi

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui

Altre sezioni che trattano argomenti simili: 


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 127 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni » Nuovo requisito per fruire del Reddito di Cittadinanza (RdC) – Il beneficiario di età compresa fra 18 e 29 anni dovrà aver adempiuto al vigente obbligo di istruzione. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.