Notifica precetto e successivo cambio di residenza

Domanda di lolita
31 maggio 2016 at 15:22

Cambiando residenza, si può non far entrare l'ufficiale giudiziario all'indirizzo dove è stato notificato l'atto di precetto? Può andare l'ufficiale giudiziario, al nuovo indirizzo di residenza?

Risposta di Lilla De Angelis
31 maggio 2016 at 15:58

Se il creditore sceglie di agire con pignoramento presso la residenza o il domicilio del debitore, entro i 90 giorni successivi alla notifica del precetto, l'ufficiale giudiziario, chiamato all'azione esecutiva, deve interrogare gli archivi demografici per conoscere la residenza corrente del debitore.

Tuttavia, (articolo 513 codice di procedura civile) il presidente del tribunale o un giudice da lui delegato, su ricorso del creditore, può autorizzare con decreto l'ufficiale giudiziario a pignorare cose determinate che non si trovano in luoghi appartenenti al debitore, ma delle quali egli può direttamente disporre (ad esempio presso un domicilio del debitore diverso dalla sua residenza).

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Altre discussioni simili nel forum - cliccare sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Notifica del precetto - nulla e non sanabile se non viene rispettata rigorosamente la procedura
La notifica dell'atto di precetto deve rispettare l'ordine dei luoghi fissato dalla legge a pena di nullità. La notifica deve essere effettuata nel comune di residenza del destinatario: di norma la residenza viene individuata basandosi sull'effettiva ed abituale presenza del soggetto in un determinato luogo, dal momento che l'iscrizione anagrafica [ ... leggi tutto » ]
Notifica del decreto ingiuntivo e del precetto - irreperibilità del debitore e vizi di nullità
La notifica di un decreto ingiuntivo o di un precetto richiede che l'ufficiale giudiziario indichi specificamente le ragioni di difficoltà materiale per cui non ha potuto procedere, descrivendo, in particolare, le infruttuose ricerche del debitore nel luogo di residenza, dimora, o di domicilio, con conseguente illegittimità della notifica qualora la [ ... leggi tutto » ]
Notifica degli atti - Legittima se perfezionata al domicilio abituale del destinatario e non alla sua residenza anagrafica
Ai fini della determinazione del luogo di residenza o dimora della persona destinataria della notifica, rileva esclusivamente il luogo ove essa dimora di fatto in modo abituale, rivestendo le risultanze anagrafiche mero valore presuntivo circa il luogo di residenza e potendo essere superate, in quanto tali, da una prova contraria, [ ... leggi tutto » ]
Notifica diretta a mezzo posta - ancora una sentenza che ne conferma la legittimità
In tema di notifica a mezzo posta, la disciplina relativa alla raccomandata con avviso di ricevimento, mediante la quale può essere notificato l'avviso di liquidazione o di accertamento senza intermediazione dell'ufficiale giudiziario, è quella dettata dalle disposizioni concernenti il servizio postale ordinario per la consegna dei plichi raccomandati, in quanto [ ... leggi tutto » ]
Pignoramento » Il precetto non deve essere rinnovato per più procedure di esecuzione forzata
Qualora fosse in atto più di un pignoramento, il creditore può utilizzare lo stesso precetto fino a che ha ottenuto il risanamento del debito: se non sono scaduti i 90 giorni, infatti, il precetto in rinnovazione è un atto che non ha alcuna utilità. Come chiarito in diversi interventi sul [ ... leggi tutto » ]

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti