Licenziamento in corso di fruizione del reddito di cittadinanza


Vi contatto perché sono percettore di reddito di cittadinanza avendo un lavoro part-time di 20 ore settimanali mi è stato concesso, a marzo 2019, reddito di cittadinanza come integrazione.

Ho rinnovato il modello isee dsu i primi giorni di gennaio 2020: purtroppo il 27 gennaio sono stato licenziato.

Devo richiedere la NASpI. Nel mio caso pur avendo rinnovato isee gennaio 2020 mi tocca richiedere isee corrente? Devo fare di nuovo la domanda di reddito cittadinanza?

Il reddito di cittadinanza è compatibile con il godimento della NASpI o di altro strumento di sostegno al reddito per la disoccupazione involontaria: tali prestazioni hanno rilevanza ai fini del diritto e dell’ammontare del beneficio di RdC in quanto concorrono a determinare il reddito familiare secondo quanto previsto dalla disciplina dell’ISEE, ed essendo informazioni in possesso dell’INPS non è necessario alcuna comunicazione aggiuntiva.

La componente di integrazione al reddito familiare sarà automaticamente adeguata all’indennità di disoccupazione erogata al componente licenziato del nucleo familiare che percepisce il reddito di cittadinanza.

30 Gennaio 2020 · Genny Manfredi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?