Liberarsi definitivamente dell'auto sottoposta a ganasce Equitalia

Se l'auto dovesse perdere liquami olii vari, gasolio etc.

Se per questo sversamento io, a tutela dell'Ambiente, andassi all'Ufficio Ambiente del Comune ove risiedo a denunciarne il pericolo ambientale; potrei superare il problema di non rottamabilita?

L'Ufficio Ambiente farebbe un procedimento con l'Ordinanza Sindacale di rottamazione. Che ne dite?

Quando viene lo sfattino a prenderla troverà un'auto privata di tutto ciò che è vendibile...

Ci provi pure: poi se mi fa sapere come va a finire, potremmo consigliare la sua procedura ad altri sventurati vittime del "fermo amministrativo".

Se invece la trovata non sortisse alcun effetto, allora dovrebbe farsi carico lei di salvaguardare l'ambiente, visto che sembra essere un cittadino modello.

Come? Chiamando un carro attrezzi per far trasferire l'auto in officina in modo che possano essere effettuate tutte le riparazioni necessarie finalizzate ad eliminare gli sversamenti inquinanti.

Attenzione, però. L'officina deve essere saldata per trasporto e riparazioni. Se lei non paga a fine lavori, il titolare potrebbe chiedere l'applicazione dell'articolo 2756 del Codice Civile - Crediti per prestazioni e spese di conservazione e miglioramento

I crediti per le prestazioni e le spese relative alla conservazione o al miglioramento di beni mobili hanno privilegio sui beni stessi, purché questi si trovino ancora presso chi ha fatto le prestazioni o le spese. Il privilegio ha effetto anche in pregiudizio dei terzi che hanno diritti sulla cosa, qualora chi ha fatto le prestazioni o le spese sia stato in buona fede. Il creditore può ritenere la cosa soggetta al privilegio finché non è soddisfatto del suo credito e può anche venderla secondo le norme stabilite per la vendita del pegno.

Insomma, il creditore potrebbe pignorare e vendere la sua auto, anche con fermo amministrativo. Perciò, per il trasporto e le riparazioni di salvaguardia ambientale, si faccia fare prima un preventivo.

Una storia con un epilogo simile è raccontata qua. La legga.

14 giugno 2012 · Genny Manfredi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accertamento e rettifica del valore di un immobile - La stima UTE deve essere sottoposta alla verifica del giudice tributario
Dinanzi al giudice tributario l'Amministrazione finanziaria si pone sullo stesso piano del contribuente, sicché la relazione di stima di un immobile redatta dall'Ufficio Tecnico Erariale (UTE), prodotta dall'Amministrazione finanziaria, costituisce una semplice perizia di parte, alla quale, pertanto, può essere attribuito il valore di atto pubblico soltanto per quel che ...
Multa per parcheggio in zona blu senza esposizione del ticket - Si può contestare l'illegittimità dell'ordinanza istitutiva del parcheggio a pagamento ma non quella eventuale della delibera di concessione del servizio
Nel giudizio d'opposizione ad ordinanza ingiunzione avente ad oggetto l'irrogazione di sanzioni amministrative per violazione del codice della strada, il giudice ordinario ha il potere di sindacare incidentalmente, ai fini della disapplicazione, soltanto gli atti amministrativi posti direttamente a fondamento della pretesa sanzionatoria. Pertanto, ove sia stata irrogata una sanzione ...
Rottamazione vecchia automobile » Dove, quando e quanto?
L'acquisto di un nuovo veicolo porta con sé, spesso, il problema di liberarsi di quello antecedente. La rottamazione è la strada necessaria nel caso in cui non si riesca a rivenderla. Quindi, nel caso in cui si voglia procedere con la rottamazione auto (più correttamente demolizione di un veicolo) è ...
Bollo auto non pagato » Tutto ciò che bisogna conoscere sulla sanatoria
Per quanto riguarda il bollo auto non saldato, ecco come è possibile aderire alla sanatoria, inclusa nella rottamazione di Equitalia, prevista per l'anno 2017. Anche per il bollo auto è possibile richiedere la rottamazione Equitalia. Ecco tutto quel che bisogna sapere su domanda, scadenze e regole da rispettare per richiedere ...
Contenzioso giudiziale fra avvocato e cliente - Gli interessi per ritardato pagamento decorrono dalla data di liquidazione della parcella operata dal giudice
In ordine agli interessi per ritardato pagamento di una parcella, occorre rifarsi essenzialmente alla normativa del codice civile. Perché sia configurabile un colpevole ritardo nel pagamento del debito occorre che sussista una sufficiente certezza del suo importo: con la conseguenza che, qualora la determinazione del credito venga affidata al giudice, ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca