Isee per reddito di cittadinanza – Convivo con il padre dei miei figli ma abbiamo due diversi stati di famiglia


Ho tre figli e non sono sposata ma convivo con il papà dei miei figli, però abbiamo due stati di famiglia diversi. Per fare la domanda Isee per il reddito di cittadinanza bisogna inserire anche il papà nel Isee?

Stante il fatto che lei ha una famiglia anagrafica (stato di famiglia) diversa da quella del suo compagno, nel nucleo familiare per il reddito di cittadinanza il compagno può essere escluso.

Tuttavia, devo avvertirla che l’articolo 4, comma 1, del Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) 223/1989 che detta le norme in materia di regolamento anagrafico della popolazione residente, stabilisce che agli effetti anagrafici per famiglia si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso comune.

Ora, io non so se la situazione riportata (compagni conviventi con famiglie anagrafiche distinte) sia antecedente alla nascita dei figli, cosa possibile se i soggetti (fra loro estranei) che vanno a convivere non intendono formare famiglia di fatto o unione civile; oppure sia conseguente ad una svista dell’ufficiale di anagrafe, che ha dato vita a due schede anagrafiche diverse pur in presenza di figli riconosciuti dal genitore convivente con la madre dei figli.

In ogni caso, il suo stato anagrafico (e quello, di riflesso, del compagno convivente) andrebbe regolarizzato, pena possibili sanzioni in seguito a controlli effettuati dalla Pubblica Amministrazione dopo la eventuale fruizione del reddito di cittadinanza (o di altra qualsiasi prestazione sociale beneficiata su base ISEE).

In breve, nello stesso appartamento convivono due famiglia anagrafiche distinte legate da vincoli di parentela (intercorrenti fra i figli inclusi nello stato di famiglia ed il padre naturale che ha un proprio stato di famiglia), è ciò non è consentito. Lo stato di famiglia dovrebbe essere uno solo, ed il nucleo familiare ai fini ISEE (e anche ai fini del reddito di cittadinanza) dovrebbe comprendere anche il suo compagno, padre naturale dei figli comuni.

Un eventuale errore degli uffici anagrafici non la salverà dalle possibili sanzioni.

11 Marzo 2019 · Carla Benvenuto



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Isee per reddito di cittadinanza – Convivo con il padre dei miei figli ma abbiamo due diversi stati di famiglia