ISEE ordinario, ISEE universitario e reddito di cittadinanza


Sono una ragazza di 27 anni con un nucleo monoparentale (ho un bimbo riconosciuto solo da me) che vive in affitto da 4 anni.
Ho un isee ordinario e percepisco il reddito di cittadinanza, a settembre però sono entrata all’università e e ho richiesto l’isee universitario, in quanto la mia posizione soddisfa entrambi i parametri (residenza e autonomia ) per ottenere le agevolazioni sulle tasse. Vorrei sapere se continuo a percepire il reddito senza inoltrare una nuova domanda e se cambia qualcosa. Dal patronato mi hanno detto che l’isee sarà lo stesso e che non sarà più alto ma vorrei avere maggiori info. Grazie

Per poter presentare ISEE per l’Università come nucleo familiare autonomo da quello dei propri genitori (autonomo, cioè nucleo familiare ISEEU formato solo da madre e bimbo) la studentessa deve possedere congiuntamente due requisiti, la residenza in appartamento diverso da quello in cui vivono i propri genitori e un reddito IRPEF percepito nel 2019 uguale o superiore a 6 mila e 500 euro.

Se è vero questo, è anche vero quanto affermato dal CAF e cioè che l’ISEE ordinario, su cui si basa l’eventuale diritto a percepire il reddito di cittadinanza e l’ISEE per l’Università, per l’accesso alle agevolazioni fiscali per la frequenza ai corsi universitari devono avere il medesimo valore se lo studente è autonomo dal nucleo familiare dei propri genitori.

In ogni caso, possiamo tranquillamente affermare che l’ISEE per l’Università non interferisce in alcun modo con il diritto dello studente a percepire il reddito di cittadinanza, anche qualora lo studente non risultasse autonomo e cioè con ISEE per l’università accresciuto da reddito e patrimonio del nucleo familiare di origine.

20 Ottobre 2021 · Genny Manfredi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?