Isee famiglia anagrafica e reddito di cittadinanza – Se il proprietario risiede nell’appartamento affittato non si possono formare due famiglie anagrafiche?


Sono andato al comune e mi hanno detto, in merito alla vostra risposta di ieri, che non è possibile separare il nucleo familiare se io vado in casa in affitto e il proprietario ha la residenza lì. Come posso risolvere?

Innanzitutto, esibendo il titolo di locazione registrato lei ha, addirittura, il diritto di chiedere la cancellazione anagrafica di chi occupa l’appartamento, anche se quest’ultimo ne è il proprietario.

Poi, se lei richiede la residenza (senza esibire il contratto di affitto) e chi occupa l’appartamento dà il proprio assenso (con l’apposito modulo firmato dal soggetto anagraficamente già registrato come occupante l’appartamento, con copia del documento di riconoscimento dell’occupante) e, se fra lei e l’occupante non intercorrono vincoli di parentele (è sufficiente barrare la casellina presente nel modulo di richiesta di residenza), l’ufficiale d’anagrafe (l’impiegato addetto) è obbligato a costituire una nuova famiglia anagrafica distinta da quella dell’occupante, il che dà luogo a due nuclei familiari distinti. In pratica lei viene ospitato da chi occupa l’appartamento.

Certo, se invece nuovo e vecchio occupante sono parenti o affini (suocero/a, genero/nuora, cognato/a) allora è giusto quanto le hanno riferito e la cosa non si può risolvere.

17 Ottobre 2020 · Loredana Pavolini



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Isee famiglia anagrafica e reddito di cittadinanza – Se il proprietario risiede nell’appartamento affittato non si possono formare due famiglie anagrafiche?