Qualcuno potrebbe aiutarmi a capire qual é la convenienza da parte di un creditore di ipotecare un bene del valore di 30 mila euro circa su cui grava un'ipoteca di primo grado della banca di euro 150 mila euro?

Qualcuno potrebbe aiutarmi a capire qual é la convenienza da parte di un creditore di ipotecare un bene del valore di 30 mila euro circa su cui grava un'ipoteca di primo grado della banca di euro 150 mila euro?

Se il bene di cui ci si occupa è gravato da mutuo garantito da ipoteca, in un contesto di tassi calanti, di valore commerciale dell'immobile crescente e di puntuale pagamento delle rate del mutuo da parte del mutuatario, il creditore garantito da ipoteca posteriore potrebbe trovare, in medio tempore, capienza e soddisfazione con una eventuale vendita forzata del bene.

8 giugno 2017 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ipoteca

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accordo con i creditori ex legge 3/2012 - Il creditore ipotecario che può essere soddisfatto integralmente non può votare l'accoglimento della proposta del debitore
La proposta di composizione della crisi da sovraindebitamento tramite accordo con i creditori che rappresentano almeno il 60% dell'esposizione passiva, presentata dal debitore, può prevedere che i crediti muniti di privilegio, pegno o ipoteca siano soddisfatti in misura non integrale, solo allorché ne sia assicurato il pagamento in misura non ...
Separazione personale » In caso di tradimento reciproco l'addebito grava sul coniuge che ha commesso l'adulterio per primo
In caso di tradimento reciproco tra due coniugi, l'addebito della separazione personale ricade su chi ha "cornificato" per primo. Quando sussiste un tradimento reciproco, se la relazione extraconiugale di uno dei due coniugi è servita a dare il via alla crisi della coppia, è a quest’ultimo che va imputato l'addebito ...
Obbligo di reclamo e mediazione tributaria per tutte le controversie non superiori ai 20 mila euro - Indipendentemente dall'ente impositore (inclusi gli enti locali)
Nell'ambito delle deleghe fiscali conferite al governo dalla legge 23/14, sono stati approvati, con il decreto 83/15, alcuni provvedimenti in materia di contenzioso tributario e di strumenti deflativi, in particolare per quel che attiene il reclamo, la mediazione tributaria e la conciliazione. L'intervento normativo si muove prevalentemente lungo le seguenti ...
Iscrizione di ipoteca esattoriale – istanza di cancellazione delle ipoteche per debiti inferiori ad 8 mila euro
Dal 22 febbraio 2010 blocco delle iscrizioni ipotecarie sotto gli 8 mila euro: e per chi si trova nella situazione di avere un'ipoteca per debiti inferiori agli 8 mila euro, Equitalia ha messo a disposizione la modulistica con cui presentare l'istanza di cancellazione «che sarà effettuata», spiega Marco Cuccagna, direttore ...
Esenzione imposta di registro per cause di valore inferiore a 1033 euro - Non conta il giudice adito
Le cause e le attività conciliative in sede non contenziosa il cui valore non eccede la somma di euro 1.033 e gli atti e i provvedimenti ad esse relativi sono soggetti soltanto al pagamento del contributo unificato, indipendentemente dal grado di giudizio e dall'ufficio giudiziario adito. D'altra parte, la ratio ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca