Pignoramento della casa con ipoteca di primo grado della banca - Possibile?

Ho ricevuto un atto di precetto da Plusvalore per un debito di 37 mila euro: è possibile un pignoramento da parte della finanziaria dell'immobile dove abito e sul quale la banca ha un ipoteca di primo grado? Premetto che pago regolarmente il mutuo da circa 2 anni ne restano ancora 21.

Possibile ma non conveniente per Plusvalore: il ricavato di una eventuale vendita all'asta, infatti, verrebbe adesso assegnato alla banca munita di privilegio ipotecario, fino a soddisfacimento del credito residuo.

Più verosimilmente, Plusvalore si limiterà ad iscrivere sull'immobile di proprietà del debitore un'ipoteca secondaria e resterà alla finestra fino a quando il puntuale pagamento delle rate del mutuo, con la contestuale contrazione del capitale a debito, magari accompagnato da un auspicato aumento del valore del bene ipotecato, le consentiranno di esperire una fruttuosa azione di pignoramento ed espropriazione finalizzata al recupero del credito vantato.

Oppure, cederà a terzi il proprio credito.

29 dicembre 2017 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

casa - pignoramento espropriazione e vendita all'asta
ipoteca
ipoteca giudiziale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Ipoteca a garanzia del mutuo
La ipoteca è un diritto reale di garanzia, mediante il quale il creditore (la banca) ha il potere di espropriare il debitore insolvente (cioè che non ha pagato le rate) del bene ipotecato (l'immobile dato a garanzia del mutuo). In altre parole, nel caso in cui il mutuatario non paghi ...
Mutuo » Quando la banca non cancella l'ipoteca dopo il rientro del finanziamento
Che cosa accade quando una banca, dopo aver terminato un contratto di mutuo con un proprio cliente, che ha pienamente rimborsato il finanziamento, non cancella immediatamente l'ipoteca precedentemente iscritta sull'immobile? In questo caso, scatta una sanzione per pratica commerciale scorretta: infatti, grazie al decreto Bersani Bis del lontano 2007, l'istituto ...
Ipoteca inefficace dopo 20 anni? Il pignoramento è valido e il creditore può comunque esproriare l'immobile
Il cessionario della banca mutuataria può pignorare la casa anche dopo l'estinzione dell'ipoteca. L'inefficacia dell'ipoteca per decorso del termine ventennale, infatti, ai sensi dell'articolo 2847 Cc, sopravvenuta nel corso del processo esecutivo iniziato dal creditore ipotecario nei confronti del debitore che sia anche proprietario del bene ipotecato, non comporta la ...
Ipoteca per il mutuo » Le tutele dell'immobile
Presenza di vari finanziamenti in corso pagati regolarmente, con il progetto di acquistare, a breve, un immobile con sottoscrizione del mutuo, con ipoteca obbligatoria. Nel caso non si potessero più onorare le rate dei prestiti, e si scegliesse di dare priorità al mutuo, gli altri istituti di credito potrebbero avanzare ...
La cancellazione della ipoteca del mutuo
Il mutuo si estingue con il pagamento dell'ultima rata. La ipoteca che lo garantisce, invece, rimane in vita sino a quando siano trascorsi vent’anni dalla sua costituzione, in pratica da quando il mutuo è stato concesso (salvo rinnovo, in caso di mutuo di durata ultraventennale). Per i contratti di durata ...

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca