Ha senso il pignoramento e l'espropriazione di un immobile sul quale già grava ipoteca per un valore superiore a quello commerciale?

Avrei bisogno di alcuni chiarimenti in merito al tema pignoramento: se su un immobile (dal valore di mercato di € 30 mila circa) c'è un'ipoteca di primo grado della banca per euro euro 100 mila che convenienza ha un creditore di euro 10 mila circa ad avviare un procedimento di pignoramento?

Qualora si vendesse l'immobile, a lui comunque non arriverebbe nulla giusto?

Quel creditore così matto da avviare azione esecutiva di espropriazione su un bene già gravato di ipoteca oltre il valore commerciale del bene stesso, non solo non ricaverebbe nulla dall'eventuale vendita coattiva del bene, ma dovrebbe anche anticipare le spese legali che probabilmente non recupererà più dal debitore ormai nullatenente.

5 giugno 2017 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ipoteca

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Polizza assicurativa associata al mutuo garantito da ipoteca - Deve essere rapportata al costo di ricostruzione e non al valore commerciale dell'immobile
Com'è noto, contestualmente alla stipula del contratto di mutuo garantito da ipoteca, al mutuatario viene fatta sottoscrivere un'assicurazione, di cui la banca risulta beneficiaria, a copertura del rischio legato a taluni eventi che impediscano la restituzione o il recupero delle somme erogate. L'importo necessario per la copertura assicurativa, tuttavia, deve ...
Pignoramento immobiliare » Casa all'asta invenduta per deprezzamento del valore del bene? Fine della procedura esecutiva
Novità dalla riforma della giustizia civile: dopo il pignoramento, l'immobile non viene venduto nonostante i continui ribassi? La procedura esecutiva si ferma. E' quasi impercettibile e quasi nessuno se ne è accorto, ma l'articolo esiste. Si tratta del 164 bis della legge 162/2014, la riforma della giustizia civile appunto, il ...
Pignoramento beni » Che succede quando il valore è superiore al debito
In tema di pignoramento, il creditore ha la possibilità di agire sui beni di proprietà del debitore anche se il loro valore è superiore a quello del credito vantato. La normativa vigente, infatti, consente al creditore di effettuare il pignoramento di beni del valore pari all'importo del proprio credito, aumentato ...
Pignoramento ed espropriazione di un immobile su cui grava diritto di abitazione
Il diritto di abitazione può essere conseguito: mortis causa (ex articolo 540 del codice civile) dal coniuge superstite; con provvedimento di assegnazione della casa coniugale, nelle situazioni di crisi del rapporto coniugale; per contratto, soggetto a trascrizione (ex articolo 2643, comma primo numero 4, del codice civile). Pignoramento ed espropriazione ...
Le banche non possono concedere mutui ipotecari per un importo superiore al reale valore dell'immobile oggetto di compravendita
Secondo quanto disposto dal Testo unico sulle leggi in materia bancaria e creditizia, le banche non possono concedere mutui ipotecari per un importo superiore al reale valore dell'immobile oggetto di compravendita. L'ammontare massimo dei finanziamenti di credito fondiario non può superare l'80% del valore del bene ipotecato. Tale valore può ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca