Invitalia ingiunzione di pagamento – riscossione coattiva tramite messa a ruolo

Ho ricevuto ingiunzione di pagamento da parte di Invitalia per la parte rimanente del prestito d’onore ricevuto 10 anni fa circa: vorrei capire cosa significhi riscossione coattiva tramite messa ruolo.

Sarà l’Agenzia delle Entrate a riscuotere il debito?

Potrò concordare delle rate? Quali sono i tempi soliti dalla ricezione della notifica all’attivazione della riscossione coattiva? Comprende un eventuale fermo amministrativo di mezzi posseduti?

Quando l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, di proprietà del Ministero dell’Economia (più sinteticamente nota come Invitalia), dopo eventuali sollecitazioni bonarie di rimborso del prestito agevolato, ritiene che il debitore non voglia (o possa) più adempiere volontariamente all’obbligazione sottoscritta, risolve il contratto, revoca il beneficio della dilazione e notifica un’ingiunzione di pagamento per il debito residuo in unica soluzione (compresi gli interessi moratori), che ha, fra l’altro, anche la funzione di interrompere il decorso dei termini decennali di prescrizione.

Trascorso inutilmente il termine utile concesso al debitore per far fronte all’ingiunzione di pagamento (di solito 30 giorni) Invitalia, periodicamente, redige un elenco dei debitori ingiunti e le somma dovute da ciascuno.

Questo elenco si indica con il termine di ruolo e l’operazione di inserimento nel ruolo del debitore è la messa a ruolo: quindi, il creditore esattoriale (Invitalia) rende il ruolo esecutivo, cioè passa l’elenco dei debitori inadempienti ad Agenzia delle Entrate Riscossione (da non confondere con Agenzia delle Entrate), conferendo il mandato a riscuotere coattivamente (forzatamente), il credito ingiunto.

L’Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia) notifica una cartella di pagamento al debitore e, qualora persistesse l’inadempimento, decorsi 60 giorni dalla notifica della cartella, avvia le azioni esecutive finalizzate alla riscossione coattiva (forzata) del credito vantato, secondo le modalità previste dal Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) 602/1973 che comprendono fermo amministrativo sui beni mobili del debitore, iscrizione ipotecaria sui beni immobili, pignoramento dello stipendio, del conto corrente e via discorrendo.

Su istanza del debitore, Agenzia delle Entrate può rateizzare l’importo a debito, sospendendo le azioni esecutive a meno che il debitore ritardi (o ometta) il pagamento di cinque rate, anche non consecutive.

Non è possibile quantificare il tempo in cui, dalla notifica dell’ingiunzione di pagamento, può prendere avvio la riscossione coattiva tramite ruolo.

6 Agosto 2019 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Riscossione coattiva di sanzioni amministrative e tributi locali - Può essere effettuata tramite ingiunzione fiscale con affidamento ad un concessionario locale
I Comuni tramite i soggetti iscritti all'albo di cui al decreto legislativo 446/1997, articolo 53 (concessionari della riscossione) possono procedere alla riscossione coattiva delle somme risultanti dall'ingiunzione (fiscale) prevista dal testo unico di cui al regio decreto 639/1910, secondo le disposizioni contenute nel titolo secondo del Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) 602/1973 in quanto compatibili. Ricordiamo che presso il Ministero delle finanze è istituito l'albo dei soggetti privati abilitati ad effettuare attività di liquidazione e di accertamento dei tributi e quelle di riscossione dei tributi e di altre entrate delle province e dei comuni. Nel caso di affidamento ad ...

Riscossione coattiva esattoriale - Cartella di pagamento ed ingiunzione fiscale sono equipollenti
A parere dell'Agenzia delle Entrate (Risoluzione 149/2017) e come confermato dall'articolo 36, comma 2 della legge 31/2008, il sistema della riscossione coattiva delle entrate – tributarie e non – degli Enti locali è stato oggetto, negli ultimi anni, di vari interventi normativi. In base all'attuale assetto, in sostanza, i Comuni possono avvalersi, alternativamente, delle seguenti modalità: affidamento all'Agenzia delle Entrate Riscossione; riscossione in forma diretta o con affidamento ai concessionari locali. Nel primo caso, la riscossione coattiva è effettuata, secondo le disposizioni di cui al Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) 602/1973; nel secondo caso, la riscossione è effettuata, invece, ...

Ingiunzione di pagamento Invitalia
Mi è arrivata un'ingiunzione di pagamento da Invitalia da pagare entro 30 giorni un importo di 24 mila euro altrimenti passeranno alla riscossione coattiva. Ora mi chiedo, non avendo un lavoro, né un bene possono farmi qualcosa? Inoltre verranno ugualmente a casa? Vivo con i miei e non vorrei fargli trovare brutte sorprese, non vivo in una villa né tanto meno a casa navighiamo nell'oro quindi nemmeno a casa troverebbero nulla di valore da poterci guadagnare. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Invitalia ingiunzione di pagamento – riscossione coattiva tramite messa a ruolo