Il contratto a tempo determinato

Vorrei sapere quale sia il termine entro cui l'azienda debba pagare le spettanze ad un dipendete a cui è scaduto un contratto a tempo determinato.
Nello specifico ho terminato il contratto a metà luglio (15) con un credito totale di circa 4800 € fra tfr, mensilità (15gg) ferie, 730 e 13a.
Mi è stato dato un anticipo tramite bonifico di 2000 € il giorno 16 di Agosto.
Ad oggi (24/09) i restanti 2800 € non mi sono ancora stati saldati.
Ho già sollecitato ma l'ex datore glissa non rispondendo al telefono etc etc.
Quali sono i termini di legge quindi entro cui il datore deve saldare il debito nei miei confronti ?

Per ottenere il provvedimento del Giudice favorevole al dipendente è necessario depositare un ricorso per decreto ingiuntivo, con allegato il cedolino paga non saldato.

Il ricorso deve essere sempre sottoscritto da un avvocato. Ma lei può ricorrere al gratuito patrocinio, ad un patto di quota lite o al compenso forfetario.

La materia e le strategie di approccio al recupero coattivo dei crediti di lavoro sono troppo diversificate per poterle esaurire in un post.

Ed allora, si può iniziare dalla lettura di questa guida.

25 settembre 2011 · Chiara Nicolai

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il comodato a tempo determinato, a tempo determinabile ed il comodato precario senza determinazione di durata
Il codice civile disciplina due forme del comodato, quello propriamente detto, regolato dagli articoli 1803 e 1809 e il cosiddetto comodato precario, al quale si riferisce l'articolo 1810 del codice civile, rubricato come comodato senza determinazione di durata. Nel caso di comodato precario, connotato dalla mancata pattuizione di un termine ...
Mancata conversione del contratto di lavoro a tempo indeterminato - Può essere eccepita a distanza di anni
Il lavoratore che voglia contestare l'illegittimità di un contratto a termine, per violazione delle disposizioni che individuano le ipotesi in cui è dovuta l'assunzione a tempo determinato, e che sia interessato alla eventuale conversione ex-lege del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, può agire in giudizio anche dopo anni di ...
Assegni e bonifici – data valuta e data disponibilità
Data valuta e data disponibilità del bonifico bancario devono coincidere. La data valuta - vale a dire la data dalla quale cominciano a maturare gli interessi per gli importi accreditati tramite bonifico bancario -  decorre dal momento in cui la banca riceve il versamento. La data disponibilità - cioè la data in cui ...
Rifiuto del lavoratore di passare da tempo pieno a tempo parziale - Non può costituire motivo di licenziamento
La norma nazionale, interpretata alla luce di quella comunitaria, impone di ritenere che il datore di lavoro che licenzi il lavoratore che rifiuta la riduzione di orario ha l'onere di dimostrare che sussistono effettive esigenze economico ­organizzative in base alle quali la prestazione non può essere mantenuta a tempo pieno, ...
Risoluzione giudiziale del contratto preliminare di compravendita per inadempimento del venditore - L'acquirente ha diritto al valore attualizzato del doppio della somma di denaro a suo tempo corrisposta
La risoluzione del contratto preliminare di compravendita per inadempimento ha effetto retroattivo tra le parti, salvo il caso di contratti ad esecuzione continuata o periodica, riguardo ai quali l'effetto della risoluzione non si estende alle prestazioni già eseguite. Secondo giurisprudenza consolidata, la retroattività della pronuncia di risoluzione di un contratto ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca