Debito residuo ristrutturato - Visto e considerato che il creditore è rientrato dei soldi prestati, conviene a loro continuare a recuperare?

Quattro anni fa feci un prestito personale di 7 mila euro con la finanziaria Agos Ducato: firmando un contratto di 84 rate pagabili in 7 anni, a 140 euro al mese. Una volta arrivato a 53 rate pagate, ovvero 7.420 euro restituiti, mi trovo ad affrontare problemi e non posso più pagare.

Dopo 3 mesi mi contatta la società recupero crediti dicendomi che se non pago Agos andrà per vie legali. Quindi li contatto e trovo un accordo. A questo punto dovrei pagare altri 7 mila euro di spese e ritardi in 80 rate.

Io che non ho potuto pagare le restanti rate per problemi, come posso, ora pagare altre 80 rate? Ora mi domando e dico, visto e considerato che Agos è rientrato con i soldi prestati, conviene a loro continuare a recuperare?

Se il debitore dispone di beni aggredibili (immobili, conto corrente, stipendio o pensione) la finanziaria ha sicuramente interesse a procedere con azione esecutiva.

E non cederà il proprio credito: la società di recupero che l'ha contattata ha certamente avuto in affidamento la sola gestione del tentativo di recupero stragiudiziale.

15 dicembre 2017 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento conto corrente e libretto di deposito
pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Debito solidale e coobbligati - Rinuncia del creditore alla solidarietà verso uno dei condebitori con o senza remissione
Come sappiamo, il debito è in solido quando più debitori (condebitori) sono tutti obbligati al rimborso, in modo che ciascuno può essere costretto all'adempimento per la totalità del debito (o parte di esso) e l'adempimento di uno libera gli altri. Analizziamo, adesso, le differenze fra rinuncia alla solidarietà a favore ...
Cattivi pagatori e cross bording transnazionale
Da un anno sono andata a vivere all'estero (fuori UE) per cercare altre possibilità, dopo una situazione economica difficile in Italia. Purtroppo ho dovuto utilizzare le mie carte di debito e credito italiane, acquistando merci per valore di 2.500 euro circa. La situazione comunque non è migliorata visto che in ...
Pignoramento dello stipendio con cessione e separazione - a volte conviene
Sono un lavoratore dipendente su cui incombono azioni esecutive promosse da Equitalia e da altri creditori. Attualmente percepisco circa 1700 euro netti al mese. Anni fa ho ceduto il quinto dello stipendio per far fronte ad una grave malattia che mi ha colpito all'improvviso (fanno tutte così) e per la ...
Protesto di un assegno – come il creditore può recuperare il credito e il debitore limitare il danno
A chiunque può capitare di emettere un assegno parzialmente o totalmente a vuoto, e c'è sempre il malcapitato che lo riceve in pagamento. In questi casi, il più delle volte, non si sa cosa fare. E' utile e conveniente per il creditore procedere al protesto dell'assegno? E quali sono le ...
Adesso l'ufficiale giudiziario ha diritto ad un compenso commisurato al recuperato - In pratica lavora per il creditore ed è controparte del debitore
Quando si procede alle operazioni di pignoramento presso terzi o di pignoramento mobiliare, gli ufficiali giudiziari sono retribuiti mediante un ulteriore compenso, che rientra tra le spese di esecuzione ed è dimezzato nel caso in cui le operazioni non vengano effettuate entro quindici giorni dalla richiesta, stabilito dal giudice dell'esecuzione: ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca