Estratto di conto corrente richiesto dal figlio erede del defunto correntista al costo di 20 euro a pagina, quando al massimo vanno corrisposti 10 euro per tutto l'estratto

Mio padre è deceduto nel 2017: ora, vorrei richiedere copia dell'estratto conto bancario e di un libretto, per il quale l'impiegato mi ha detto che i costi sono di 20 euro a pagina. Ma scherziamo? Probabilmente questo libretto avrà come minimo 10 pagine. Io gli ho detto se era sicuro, e che casomai sarebbe stato 20 euro a documento, ma lui ha detto che sarà sicuramente a pagina. Ha giustificato tale spesa col fatto che la banca si trova in un piccolo paese e che tutti i documenti cartacei sono stati archiviati nella sede centrale, che si trova a circa 300 km dal mio paese. Non trovo traccia del regolamento di cui mi parla. Potete aiutarmi? A me sembra assurdo che io non possa accedere a tali documenti per i costi proibitivi. Cordiali saluti e grazie

Se gli estratti conto del papà non le servono urgentemente finga di accettare e si faccia fare una richiesta scritta di preventivo per la produzione degli estratti conto. C'è bisogno di un documento ufficiale della banca, non di chiacchiere strappate ad un anonimo impiegato oppure e-mail non riconducibili inequivocabilmente all'istituto bancario. Solo una documento inviato via PEC, con firma digitale di un dirigente va bene. (Oppure, qualora incontrasse resistenze a produrre il preventivo scritto, accetti e si faccia rilasciare fattura).

Dopo essere entrato in possesso della richiesta scritta di pagamento per 20 euro a pagina (o della fattura), invierà reclamo scritto con raccomandata AR alla banca, lamentando la richiesta eccessiva e fuori mercato per la produzione degli estratti conto del correntista defunto, dato che normalmente, le banche offrono estratti conto degli ultimi 10 anni al costo totale di dieci euro, chiedendo la riformulazione del preventivo per evidente errore della cifra richiesta.

Decorsi 30 giorni dalla data in cui il reclamo perviene al destinatario, in caso di silenzio o di risposta non soddisfacente, potrà rivolgersi direttamente all'ABF, previo versamento di 20 euro (contributo per le spese di procedura) che le saranno restituiti in caso di accoglimento del ricorso.

Non è richiesta assistenza tecnico legale, la procedura è assai semplice e si sostanzia nel riportare all'Arbitro quanto già contestato alla controparte in sede di reclamo (tre righe allegando la richiesta scritta della banca per 20 euro a pagina).

Ulteriori informazioni su come presentare il ricorso, disponibili qui.

Sull'argomento l'ABF si è gia espresso nella decisione 2609/2017 linkata qui.

Nel caso esaminato, la banca, meno esosa di quella alla quale si è rivolto lei, chiedeva 10 euro a foglio, ma poichè l'estratto conto constava 96 fogli, si arrivava ad un totale di 960 euro. Si trattava, però, dell'estratto conto di una società a responsabilità limitata che operava frequentemente anche in compravendita di titoli derivati.

L'ABF ha deciso che il costo dell'estratto conto non poteva superare i 10 euro, ma per tutte le 96 pagine (non a foglio).

10 maggio 2019 · Simonetta Folliero

Altre discussioni simili nel forum

eredità e successione
ricorso arbitro bancario finanziario

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca