Escludere figlio e fratello conviventi dal proprio nucleo familiare


Madre figlio e fratello conviventi sotto lo stesso tetto formano una sola famiglia anagrafica ed un unico nucleo familiare


Mio fratello 63enne era da molti anni convivente con nostra madre che purtroppo è deceduta nei giorni scorsi: vivevano in un appartamento in affitto ed essendo lui totalmente privo di reddito ha presentato la domanda per il reddito di cittadinanza con un ISEE a zero.

Il proprietario dell’appartamento, vista la sua situazione reddituale, non vorrà stipulargli un nuovo contratto.

Personalmente sono in procinto di vendere il mio appartamento (abito con mio figlio, possessore di reddito, sopra quello di mia madre nello stesso stabile) per cercare un alloggio in affitto molto più grande e dare un tetto anche a mio fratello.

Vivo di pensione (circa 1200 euro netti al mese).

E’ possibile escludere sia mio figlio sia mio fratello dal nucleo familiare una volta andati ad abitare insieme nel nuovo appartamento in affitto?

Non voglio rubare nulla allo stato ma se la residenza condivisa potrebbe far decadere il diritto al percepimento del reddito di cittadinanza da parte di mio fratello non potrei sostenere le spese da sola.

Quale soluzione posso adottare?

Purtroppo, madre figlio e fratello conviventi sotto lo stesso tetto formano una sola famiglia anagrafica (vengono cioè inclusi nello stesso stato di famiglia) ed un unico nucleo familiare.

Chi aspira al reddito di cittadinanza (RdC) deve occupare un’unità abitativa in affitto o in proprietà, e non può convivere con parenti o affini, ma solo con estranei (che non verranno inclusi nello stato di famiglia del richiedente Rdc formando, quindi, nuclei familiari diversi dal proprio).

Senza entrare nel merito della questione, ma prendendo – con il dovuto rispetto – occasionale spunto dal contenuto del quesito posto, vogliamo ricordare che è, comunque, assai rischioso basare il supporto delle spese ordinarie e permanenti correlate alla vita familiare su un beneficio (il reddito di cittadinanza) di natura straordinaria che potrebbe essere abolito da un momento all’altro.

Con una fideiussione bancaria si potrebbe garantire al proprietario dell’appartamento, dove vivevano la madre defunta ed il figlio 63.enne, il pagamento del canone di locazione per i prossimi 4 anni (garantendo a suo fratello 63.enne il reddito di cittadinanza fin quando ci sarà): al compimento del 67 anno di età, infatti, il soggetto avrà diritto all’assegno sociale (ex pensione sociale)

20 Ottobre 2022 · Genny Manfredi





Se il post è stato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!




Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni » Escludere figlio e fratello conviventi dal proprio nucleo familiare. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.