Debiti nell’asse ereditario – Attivo da spartire in caso di cartelle esattoriali intestate al defunto e di là da venire

Nel calcolare le quote di legittima vanno detratti all’attivo ereditario solo i debiti che il de cuius aveva al momento della morte? Non si tiene conto di quelli che arriveranno con delle cartelle esattoriali o quelli vinti tramite ricorso?

Per il calcolo della quota disponibile al de cuius (e specularmente di quella riservata ai legittimari) – in relazione all’attivo netto ereditario – dei debiti futuri non si tiene conto, ma solo di quelli accertati al momento del decesso: se esiste la possibilità che arriveranno cartelle esattoriali e che possa essere vinto qualche ricorso, i debiti, al netto dei ricorsi vinti, andranno saldati dai coeredi (i chiamati che hanno accettato) in proporzione alle proprie quote ereditarie.

L’articolo 752 del codice civile dispone che i coeredi contribuiscono tra loro al pagamento dei debiti in proporzione delle loro quote ereditarie: ciascuno dei coeredi sarà responsabile (singolarmente e non solidalmente) per una quota del debito residuo lasciato dal defunto pari alla quota di eredità che gli è spettata.

18 Aprile 2019 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Debiti esattoriali lasciati dal defunto - Ripartizione ereditaria
Ai fini del calcolo delle quote di legittima e disponibile per l'azione di riduzione, come si stimano i debiti che il de cuius aveva al momento della morte? il problema del calcolo si pone in riferimento ad alcune cartelle esattoriali che dovranno arrivare perchè il de cuius non ha pagato delle imposte in passato. Queste andranno tutte inserite nel calcolo? quindi si dovrà aspettare che arriveranno per inserirle? ...

Asse ereditario, azione di riduzione delle disposizioni testamentarie o delle donazioni effettuate in vita e debiti del defunto
Una persona vuole fare azione di riduzione per la lesione della quota di legittima. I debiti che vengono compresi nell'asse sono solamente quelli attuali al momento della morte del de cuius o anche quelli futuri (devono arrivare delle cartelle). ...

Azione di riduzione per debiti del de cuius con Agenzia delle Entrate - Per quantificare il debito esattoriale basterà l'avviso di accertamento notificato impersonalmente e collettivamente agli eredi presso l'ultimo domicilio del de cuius
Mi hanno citato in giudizio per la lesione della quota di legittima, adducendo come debiti del de cuius una attestazione dell'agenzia delle entrate dove si attesta che il de cuius non aveva presentato la dichiarazione dei redditi. Finché non arriveranno le cartelle esattoriali definitive, quei debiti non si potranno includere nel calcolo dell'asse ereditario. Giusto? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Debiti nell’asse ereditario – Attivo da spartire in caso di cartelle esattoriali intestate al defunto e di là da venire