Costi extra cellulare all’estero – Anche con l’addio al roaming bisogna comunque prestare attenzione al traffico dati


Avendo effettuato un viaggio all’estero, in Europa, mi sono trovato degli addebiti in più per il traffico dati internet: sapevo, però, che con l’addio al Roaming i costi extra erano stati aboliti.

Cosa è successo?

Nonostante l’addio al roaming per molti, l’utilizzo dello smartphone all’estero può costare carissimo: infatti, bisogna prestare molta attenzione al consumo del traffico dati.

Sono infatti state introdotte delle limitazioni al traffico che si può davvero ottenere gratuitamente all’estero.

Se questi limiti vengono superati, bisogna pagare un surplus che farà lievitare la bolletta.

Chi in Italia ha una tariffa con traffico dati compreso può utilizzare in Europa tanti giga quanto è il costo dell’offerta diviso per 4,5 e moltiplicato per 2.

Fino al 2018 invece la divisione doveva essere fatta per 6 mentre per i prossimi anni fino al 2022 tale valore tenderà a diminuire ancora, permettendo di aumentare ancora i giga a disposizione.

Sarebbe comunque meglio verificare la tariffa che stiamo utilizzando per capire qual è il tetto di giga per l’estero.

Perché per esempio, sul mercato ci sono tariffe di grandi operatori che danno 15 giga al prezzo di 7,5 euro al mese ma i giga utilizzabili all’estero sono in realtà meno di tre.

24 Giugno 2019 · Giovanni Napoletano



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Costi extra cellulare all’estero – Anche con l’addio al roaming bisogna comunque prestare attenzione al traffico dati