Cosa succede se a seguito di ricorso per Accertamento Tecnico Preventivo (ATP) la controparte non si costituisce?

Ho presentato ricorso per ATP il 01/08/2019, prima udienza 05/12/2019 (invocavo 1134 codice civile per urgenza): cosa succede se, come sembra, la controparte NON presenta comparsa di costituzione? Verrà comunque nominato CTU (invocato per poter poi eseguire i lavori urgenti)?

In caso di eccezionale urgenza, il presidente del tribunale o il giudice di pace può direttamente disporre, con ordinanza, l'Accertamento Tecnico Preventivo (ATP), procedendo alla nomina del CTU e dispensando il ricorrente dalla notifica alla controparte (articolo 697 codice di procedura civile).

Evidentemente, avendo fissato udienza per la comparizione delle parti, il giudice adito non ha ritenuto sussistere motivi di eccezionale urgenza prospettati dal ricorrente ed ha deciso di dover garantire il contraddittorio tra le parti in udienza.

Se la controparte convenuta non si costituisce, il giudice, rilevata l'assenza di vizi di notifica, può dichiararne la contumacia e disporre, comunque, l'ATP.

26 novembre 2019 · Marzia Ciunfrini

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

ATP - accertamento tecnico preventivo

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca