Conto corrente in rosso e accredito Naspi compensato con le spese della carta revolving


Sono titolare di conto corrente che è stato pignorato in seguito a causa civile ed è in rosso a causa dell’addebito dei plafond della carta di credito dei mesi passati.

Sono disoccupato e nullatenente, percepisco la Naspi, che da due mesi la banca trattiene in toto per ridurre il rosso sul conto.

Possono farlo? Siccome martedì dovrei ricevere la Naspi, c’è qualcosa che posso fare per avere a disposizione il mio assegno di disoccupazione o parte di esso?

Le informazioni che ci fornisce sono incomplete: comunque, se la banca non ha pignorato il conto corrente e se ha effettuato il recesso dal contratto di credito rotativo (notificando la Decadenza dal Beneficio del Termine per il debito residuo), può compensare le spese effettuate fin qui dal titolare della la carta revolving con le somme accreditate sul conto corrente del debitore senza sottostare ai limiti imposti dall’articolo 545 del codice di procedura civile, qualora il contratto sottoscritto preveda la compensazione fra debito residuo e saldo di conto corrente.

13 Gennaio 2019 · Simonetta Folliero



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Conto corrente in rosso e accredito Naspi compensato con le spese della carta revolving