Chiusura anticipata della procedura esecutiva - Articolo 164 bis del codice di procedura civile

Leggendo la norma di cui all'articolo 164 bis DL numero 132 del 12 settembre 2014 convertito in legge numero 162 del 10 novembre 2014 si evince che una procedura esecutiva può essere chiusa prima ove ne ricorrano le condizioni.

Tuttavia tale norma sembra essere inutile poiché si applicherà per tutti i procedimenti successivi alla sua approvazione e quindi la ratio della stessa, ovvero di liberare i tribunali da vecchie procedure esecutive, è totalmente caduta nel vuoto.

Per un procedimento che mi riguarda, iniziato nel 2009, non è quindi applicabile oppure potrei applicarla alla singola udienza, con la relativa decisione sui relativi ribassi, prevista per maggio 2015 (data successiva all'entrata in vigore)?

L'articolo 164-bis del codice di procedura civile, sull'infruttuosità del'espropriazione forzata, è stato introdotto dalla legge 162/14 (art. 19) e dispone che quando risulta che non è più possibile conseguire un ragionevole soddisfacimento delle pretese dei creditori, anche tenuto conto dei costi necessari per la prosecuzione della procedura, delle probabilità di liquidazione del bene e del presumibile valore di realizzo, è disposta la chiusura anticipata del processo esecutivo.

Purtroppo, la norma è applicabile solo ai processi esecutivi avviati dopo l'11 novembre 2014 e non a quelli già in essere a tale data e, pertanto, non può essere invocata in fasi della procedura che si riferiscono comunque ad azioni esecutive avviate prima dell'entrata in vigore della legge che l'ha introdotta.

24 marzo 2015 · Marzia Ciunfrini

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Obbligo del mantenimento verso i figli - l'articolo 148 del Codice civile
L'articolo 148 del Codice civile prevede un procedimento speciale per ottenere in tempi rapidi la corresponsione del mantenimento per i figli. Questo procedimento può essere azionato da "chiunque vi abbia interesse". Potrebbero quindi ricorrere all'articolo 148 i seguenti soggetti: ciascuno dei genitori, legittimi o naturali; i figli maggiorenni, non ancora ...
Pignoramento stipendio e pensione su cui grava ritenuta ex articolo 8 legge 898/1970 o ordine di pagamento diretto del Tribunale ex articolo 156 codice civile
Come sappiamo l'articolo 8 della legge 898/1970 dispone che il coniuge cui spetta la corresponsione periodica dell'assegno di mantenimento, dopo la costituzione in mora a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento del coniuge obbligato e inadempiente per un periodo di almeno trenta giorni, può notificare il provvedimento in cui è ...
Intimazioni di pagamento della cartella esattoriale – nulle senza l'indicazione del responsabile
Le intimazioni di pagamento sono quegli atti che hanno sostituito gli avvisi di mora e che mantengono lo scopo di riattivare il procedimento di riscossione dei crediti pubblici. Ai sensi dell'articolo 50, DPR 602/1973, infatti, il Concessionario della Riscossione (Equitalia spa) non può iniziare la procedura esecutiva se è decorso ...
Nullità della cartella esattoriale
Con l'ordinanza numero 377/2007 i giudici costituzionali avevano affermato che l'indicazione del responsabile del procedimento fosse un "adempimento di non scarsa utilità", correlato al diritto di difesa del cittadino e al buon andamento della Pubblica Amministrazione. Da questa ordinanza diverse Corti di merito avevano tratto spunto per arrivare a sancire ...
Pignoramento immobiliare » Casa all'asta invenduta per deprezzamento del valore del bene? Fine della procedura esecutiva
Novità dalla riforma della giustizia civile: dopo il pignoramento, l'immobile non viene venduto nonostante i continui ribassi? La procedura esecutiva si ferma. E' quasi impercettibile e quasi nessuno se ne è accorto, ma l'articolo esiste. Si tratta del 164 bis della legge 162/2014, la riforma della giustizia civile appunto, il ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca