Cesserà mai la segnalazione in CR Banca d’Italia senza il saldo del debito residuo?

Argomenti correlati:

Avevo contratto un finanziamento di 60 mila euro per ristrutturare casa con Findomestic nel 2009, poi in una sequenza di tragici eventi mi hanno impedito di ripagarlo e onestamente anche di tener traccia di ciò che stava succedendo. Ora so che il credito è stato ceduto innumerevoli volte ed ora è da circa 4 anni nelle mani di IFIS NPL con una sofferenza passata a perdita di quasi l’intero importo meno circa 3000 euro. Non ho possibilità al momento di fare accordi, saldo e stralcio o affini, esiste una remota possibilità che cessi la segnalazione in CR perché potrebbero passare tutto a perdita, o questo non avverrà mai perchè una società NPL a differenza di una banca non ne avrebbe alcun vantaggio? O esiste qualche altra possibilità?

IFIS (Istituto di FInanziamento e Sconto) NPL (Non Performing Loans) come qualsiasi Istituto di credito è soggetto alla vigilanza della Banca d’Italia e quindi avrebbe comunque interesse a portare a perdita il credito: il fatto è che basta lasciare un residuo di 250 euro affinché la segnalazione del credito in sofferenza si perpetui fino ad una eventuale cessione a terzi.

Purtroppo si dovrà rassegnare a trovare un accordo transattivo a saldo stralcio con la cessionaria del credito residuo se non vorrà più comparire nella Centrale Rischi (CR) della Banca d’Italia.

9 Novembre 2022 · Ornella De Bellis



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Cesserà mai la segnalazione in CR Banca d’Italia senza il saldo del debito residuo?