Cartella esattoriale alla mia compagna - Io cosa rischio?

Sono possessore di un immobile, di un autovettura e di un conto corrente: il tutto a me intestato da sempre. La mia compagnia, nonché madre di mio figlio, in passato, è stata rappresentante legale di una palestra che ha subito un accertamento fiscale da parte dell'Agenzia delle Entrate, terminato con un avviso poi diventato cartella esattoriale dal 2011 ad oggi.

Ora la mia paura è che possano aggredire il mio patrimonio. Voglio precisare che non siamo sposati e lei non ha nulla di intestato proprio per metterci al sucuri. E sottolineo che ogni pagamento e acquisto di casa è avvenuto da me ossia sia io pago il mutuo che io ho fatto il rogito.

Ecco vorrei sapere se posso stare tranquillo, in quanto Equitalia ha mandato un'intimazione di pagamento alla mia ragazza dove abitiamo, perché la società sportiva non esiste piu. Giova precisare che l'acquisto della mia casa è avvenuto in tempi pure non sospetti.

Ecco, sono molto preoccupato.

Posso, con estremo piacere, tranquillizzarla: nella situazione riportata lei non ha nulla da temere ed i suoi beni sono al riparo da qualsiasi azione esecutiva di Equitalia promossa nei confronti della sua attuale compagna.

Solo per completare un quadro teorico, aggiungo che qualche fastidio potrebbe derivarle da un eventuale pignoramento presso la residenza del debitore.

Com'è noto, tutti i beni pignorabili rinvenuti dall'Ufficiale giudiziario presso la residenza o il domicilio del debitore possono essere sottoposti a pignoramento in virtù del principio di presunzione legale di proprietà: in pratica, qualsiasi cosa presente presso il domicilio o la residenza del debitore è ritenuta essere di proprietà del debitore.

L'eventuale terzo effettivo proprietario deve poi opporsi all'esecuzione innanzi al giudice competente per dimostrare (con documentazione probante, quali fatture nominative o contratti di comodato registrati) che i beni pignorati non appartengono al debitore.

Il pignoramento presso la residenza del debitore, tuttavia, è un'azione esecutiva poco efficace (per tutta una serie di motivi che non vale la pena elencare in questa sede) ed Equitalia quasi mai vi ricorre, a meno che la residenza o il domicilio del debitore siano siti di lusso e sia ragionevole l'aspettativa di rinvenirvi, all'interno, beni di pregio: arredi d'antiquariato, quadri, sculture e manufatti d'autore, gioielli, orologi ed altri preziosi, impianti tecnologici sofisticati ecc..

18 agosto 2015 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale
cartella esattoriale riscossione coattiva
pignoramento presso residenza debitore e presunzione legale di proprietà – problematiche e possibili precauzioni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mutuo prima casa » Abbasso la rata: scopriamo l'iniziativa
Le giovani coppie hanno spesso difficoltà a comprare casa e/o ad avere un mutuo acquisto, così che il sogno di diventare proprietari della propria abitazione principale sia molto arduo da realizzare. Regione Lombardia, in collaborazione con ABI Lombardia (protocollo d'intesa sottoscritto il 3 luglio 2012) e Finlombarda S.p.A., mette a ...
Cartella esattoriale » E' legittima se notificata alla domestica
E' legittima la cartella esattoriale consegnata a mano alla domestica? È valida la notifica della cartella esattoriale effettuata nelle mani della domestica dal postino: l'atto può essere impugnato solamente nel caso in cui il contribuente dimostri l'inesistenza del rapporto di lavoro. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza ...
Al marito obbligato non basta corrispondere l'assegno di mantenimento - deve pagare anche le rate del mutuo della casa assegnata alla moglie separata
Il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare prevede la punibilità di chiunque faccia mancare i mezzi di sussistenza ai figli minori o al coniuge, ancorché legalmente separato non per sua colpa. Tra i mezzi di sussistenza va ricompreso anche l'alloggio familiare, e quindi si rende responsabile del reato ...
Tfr » Quando è possibile richiederlo anticipatamente?
Alla fine del rapporto di lavoro il lavoratore ha diritto ad una somma di denaro, detta trattamento di fine rapporto (TFR) e comunemente nota come liquidazione. Tuttavia, in alcuni casi, il lavoratore che abbia almeno otto anni di servizio presso lo stesso datore di lavoro può ottenere, una sola volta ...
Ricorso alla cartella esattoriale – giudice competente e termini per tipo di credito e natura del vizio
I termini sopra indicati sono previsti a pena di decadenza. Se la cartella esattoriale comprende una pluralità di crediti di diversa natura (tributi, sanzioni amministrative, crediti previdenziali, etc.) bisognerà proporre tante azioni quante sono le diverse Autorità competenti. Precisiamo ulteriormente: riguardo i vizi attinenti il merito del credito, è possibile ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca