Bollette: non siete pronti per l'addio al mercato tutelato? - Ecco come aderire a Tutela simile

Mi è arrivata la comunicazione da parte del mio fornitore di energia elettrica, che annunciava, entro il 1 luglio 2019, la fine della fatturazione delle bollette nel mercato tutelato e la proposta di aderire, invece, a una proposta, tutela simile, prima di entrare forzatamente nel mondo del mercato libero.

Cosa significa aderire a questo tipo di mercato?

Cosa cambia?

Come noto, al momento, gli utenti che utilizzano i servizi delle compagnie acqua luce e gas, possono scegliere tra mercato libero e mercato tutelato, anche se dall'anno prossimo sarà disponibile soltanto il mercato libero: fino al 30 giugno 2018, però, è possibile aderire ad un'iniziativa che permetterà poi di arrivare alla data del 1° luglio 2019 con le idee più chiare, ovvero TUTELA SIMILE.

Per capire di cosa parliamo facciamo un breve riepilogo.

Il mercato tutelato, nel campo delle utenze, sia domestiche che non, è quello di garantire a chi ha sottoscritto un contratto di questo tipo il permanere di alcune condizioni di base fisse.

Infatti, il mercato tutelato si riferisce a quelle condizioni di fornitura economica che è stabilita e regolata dall'Autorità per Energia Reti a Ambienti, cioè Arera.

L'Arera, dunque, regola le tariffe, l'accesso alle reti e di fatto tutela i consumatori.

Tutto questo finirà il prossimo anno, precisamente il 1° luglio del 2019, quando non si potrà più scegliere, ma si dovrà sottostare per forza al mercato libero.

Per ammortizzare questo passaggio l'Arera istituisce il concetto di Tutela Simile.

Aderendo, esclusivamente via web, al contratto di Tutela Simile, l'utente può nei fatti testare alcuni gestori per un anno senza vincolarsi con loro.

Se alla fine dell'anno di prova i gestori si saranno comportati per i loro clienti in maniera soddisfacente, il cliente può decidere di rimanere con loro, oppure cambiare.

Questo contratto è una sorta di ibrido perché di fatto opera nel mercato libero ma deve sottostare comunque a condizioni contrattuali imposte dall'Autorità uguali per tutti.

Il contratto Tutela Simile comprende più di 20 operatori che hanno sottoscritto un accordo.

L'Arera ha prima di tutto verificato se gli operatori in questione sono affidabili e poi li ha autorizzati.

Tramite il sito di tutela simile è possibile visionare l'elenco di questi operatori, le proposte che fanno e i bonus che applicano.

Infatti gli operatori, nell'intento di attirare quanti più clienti possibili, erogheranno un bonus una tantum per i nuovi clienti.

Si va da un minimo di 10 a un massimo di 200 euro per chi ha partita Iva, e da un minimo di 12 a un massimo di 115 euro per i privati.

Il bonus si trova sulla prima bolletta utile ed è uno sconto di benvenuto.

Per aderire al contratto c'è tempo fino al 30 giugno 2018, e l'offerta è riservata solo a chi fa parte del mercato tutelato.

19 giugno 2018 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore gas acqua luce

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Energia: gas e luce » Delibera Aeeg: mercato tutelato e libero devono avere marchi distinti (debranding) - Il focus sulla situazione
Nell'ambito del mercato dell'Energia, a tutela del consumatore, deve sussistere l'obbligo di separazione del marchio tra distributori e venditori della stessa società. L'Autorità per l'energia e il gas (Aeeg) ha emanato una delibera che fissa gli obblighi di separazione funzionale per il gas e l'elettricità. In sostanza, entro il 2017 ...
Fatturazione e bolletta energia elettrica » Nel 2018 passaggio obbligato al mercato libero: addio servizio di maggior tutela
Per quanto riguarda la fatturazione in bolletta dell'energia elettrica si andrà al passaggio obbligato al mercato libero dal 2018: scopriamo, essenzialmente, cosa cambia per l'utente/consumatore. Avete capito bene: a partire dal 2018 non ci saranno più i contratti di maggior tutela nel settore energia elettrica e gas, ovvero quei contratti ...
I diritti del consumatore - il mercato libero dell'energia
Secondo quanto previsto dall'Unione europea, da alcuni anni in Italia, come nel resto dei Paesi del continente, ogni consumatore domestico può liberamente decidere da quale venditore e a quali condizioni acquistare energia elettrica e gas per le necessità della propria abitazione. Chi esercita questo diritto entra nel cosiddetto "mercato libero", ...
Tutela consumatore e fornitura gas: bollette in ritardo, malfunzionamenti al contatore e problematiche per il nuovo allaccio » Tutto ciò che devi conoscere
Fornitura del gas, tutte le problematiche: dalle bollette in ritardo, passando per i malfunzionamenti al contatore fino all'odissea per il riallaccio con un nuovo fornitore. Obiettivo di quest’articolo è spiegare al consumatore tutte le problematiche legate alla fornitura del gas. Sempre più spesso accade che le società di fornitura di ...
Cosa è il CMOR (o C-MOR o CIMOR) nelle bollette di fornitura di elettricità
Il CMOR (Corrispettivo MORosità) è il sistema introdotto dall'AEEG (autorità per l'Energia Elettrica e il Gas) in base al quale viene garantito un indennizzo al vecchio fornitore uscente di energia elettrica per l'eventuale mancato incasso del credito relativo alle fatture degli ultimi tre mesi di erogazione, prima del passaggio effettivo ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca