Prossima separazione legale consensuale – Assegno di mantenimento e casa familiare in comproprietà fra i coniugi

Ci stiamo separando (consensuale) legalmente e abbiamo 2 figli maggiorenni studenti a casa: abbiamo stabilito che il padre resterà nella casa familiare convivendo con i figli e la madre andrà in affitto altrove. La casa familiare è in comproprietà al 50%. Come possiamo stabilire la questione degli’assegni di mantenimento per la moglie – che ha uno stipendio inferiore rispetto al marito – e per i figli? La moglie in che modo e/o quando può recuperare il 50% della sua proprietà? Grazie

Per quanto attiene la proprietà condivisa, se e quando i figli raggiungeranno completa autonomia economica e lasceranno la casa familiare, potrà essere adottata una delle soluzioni seguenti:

  1. uno dei due coniugi separati (o divorziati) potrà riscattare il 50% dall’altro comproprietario ipotizzato che uno dei due abbia sufficiente capacità economica, stimato il valore di mercato per un immobile dalle caratteristiche simili a quella che fu la casa coniugale;
  2. quella che fu la casa familiare potrà essere venduta e il ricavato diviso fra i comproprietari;
  3. una volta stimato il valore del canone di locazione per un immobile dalle caratteristiche simili a quella che fu la casa coniugale, uno dei due comproprietari potrà continuare ad occupare l’appartamento conferendo mensilmente all’altro la metà del cenone di locazione individuato.
  4. quella che fu la casa coniugale può essere affittata a terzi;
  5. quella che fu la casa familiare può essere donata ai figli;
  6. quella che fu la casa coniugale potrà essere locata a terzi ed il canone di locazione diviso mensilmente fra i comproprietari.

Per gli altri aspetti (eventuale assegno di mantenimento al coniuge economicamente più debole e assegno di mantenimento per i figli) conviene raggiungere un accordo consensuale (completo) da far omologare in tribunale: si eviterà così di regalare soldi agli avvocati, sostenere spese legali che, in un momento difficile come quello della separazione coniugale, possono essere destinate ad altre finalità nonché pervenire e dovere adempiere ad una sentenza giudiziale che, quasi sempre, comunque, scontenta entrambe le parti coinvolte.

Insomma, se i coniugi hanno già raggiunto un accordo sull’affidamento condiviso dei figli e la contestuale assegnazione di quella che fu la casa familiare, tanto vale perfezionare i dettagli anche sull’entità di eventuali assegni di mantenimento per il coniuge e per i figli.

5 Novembre 2019 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Separazione ed assegno di mantenimento - E' possibile che ad essere obbligata al versamento sia la moglie separata?
Dopo dieci controversi anni il mio matrimonio sta volgendo al capolinea: la situazione è ormai divenuta insostenibile e stiamo optando per la separazione. Mia moglie, già ricca di famiglia, lavora da 15 anni presso uno studio notarile con ottimi redditi propri. Io, invece, ho perso la mio occupazione di una vita cinque anni fa (la fabbrica dove lavoravo è fallita) e mi sono mantenuto con lavori saltuari ma comunque precari fin ad oggi visto che, al momento, sono disoccupato. Non abbiamo mai avuto figli per scelta personale. Ora vorrei sapere, se, in merito ad una possibile separazione, sarei comunque io, ...

Scrittura privata di assegnazione della casa familiare in seguito a separazione legale
Intendo fare una scrittura privata (autenticata?) che mi assicuri la casa assegnata con figli (dopo separazione) fino alla vendita della medesima. Sono proprietaria al 50% della casa. Permetterò a mio marito di usufruire di alcuni spazi della casa per il beneficio dei figli e del legame con il padre. Siccome ho motivi di non avere fiducia nelle azioni di mio marito, vorrei garantire di non perdere l'assegnazione della casa durante un lavoro stagionale a centinaia di chilometri da casa. Oltre a questo dovremo fissare che riceverò il 70% del ricavo dalla vendita della proprietà (per equiparare che mio marito riceve ...

Separazione legale ed assegnazione alla madre collocataria della prole della casa da cui si è allontanata da tempo
Mia moglie ha abbandonato la casa familiare, di mia esclusiva proprietà, insieme alle due mie figlie minori appena siamo entrati in crisi coniugale, quando ha saputo che era mia intenzione chiedere la separazione legale: sono ormai passati tre anni e fra poco ci sarà la prima udienza della causa finalizzata a stabilire l'importo dell'assegno di mantenimento per il coniuge e per le nostre figlie e l'eventuale assegnazione della casa familiare di mia proprietà che mia moglie ha chiesto. Domanda: ci sono i presupposti per eccepire in qualche modo l'assegnazione alla controparte della casa di mia proprietà come residenza familiare, dal ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prossima separazione legale consensuale – Assegno di mantenimento e casa familiare in comproprietà fra i coniugi