Antitrust multa operatori telefonia mobile – Negavano domiciliazione bancaria a chi aveva Iban esteri

Mia moglie, essendo rumena, è titolare di un conto corrente estero: qualche mese fa, ha tentato di acquistare uno smartphone con abbonamento wind, ma non lo ha potuto fare poiché il conto corrente non possedeva iban italiano.

E’ lecita questa pratica?

Sono arrivate pesanti multe per i noti operatori di telefonia Vodafone, Wind e Fastweb: l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, (Antitrust) ha comminato, infatti, sanzioni da 800mila euro alle compagnie.

Nel mirino del Garante, l’impossibilità per gli utenti di pagare i servizi delle compagnie con domiciliazione bancaria su conti correnti europei, ma non italiani.

Le società non consentono alla clientela il pagamento dei servizi tramite domiciliazione bancaria su conti correnti accesi presso Banche aventi sede in Paesi dell’Unione Europea diversi dall’Italia e quindi con Iban non caratterizzati dalle iniziali nazionali “IT” questa l’esatta motivazione pubblicata dall’Antitrust.

In parole povere, un cliente Vodafone, Wind o Fastweb può, al momento, usufruire della domiciliazione bancaria solo se il conto corrente è stato aperto in Italia.

Una palese violazione dell’articolo 9 del Regolamento europeo sui servizi di pagamento, che mira proprio ad uniformare le modalità di pagamento in ambito europeo.

Da sottolineare che l’Antitrust aveva messo sotto la lente di ingrandimento anche il comportamento di TIM, colpevole degli stessi comportamenti delle altre aziende.

L’azienda, però, ha evitato la multa assicurando all’Autorità che si metterà velocemente in regola e permetterà, entro giugno 2019, l’accoglimento delle richieste di domiciliazione su conti correnti di banche residenti nell’UE.

30 Aprile 2019 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

I creditori possono procedere al pignoramento di una carta prepagata con International Bank Account Number (IBAN)?
Come è noto la carte con IBAN sono anch'esse inserite nella anagrafe tributaria e rintracciabili dai creditori tramite l'istituto emittente, essendo trattate come se fossero un normale conto corrente. Nel caso di giacenza positiva, quali ulteriori problematiche e costi incontrerebbe il creditore Italiano nel pignorare il debitore italiano che possiede una carta prepagata estera, in confronto a quanto dovrebbe fare normalmente in Italia: -se la carta con iban è Svizzera (dopo il 2018)? -se la carta è con iban paese UE -se la carta è con iban extra UE ...

Offerte telefonia - Come districarsi tra le trappole degli operatori
Vorrei acquistare un nuovo smartphone a rate con un nuovo operatore di telefonia mobile, insieme ad un nuovo piano tariffario, e chiudendo il contratto con la vecchia compagnia. Ho paura però, di andare in contro a costi di penale alti, e comunque non mi fido molto degli acquisti a rate. Come posso muovermi in sicurezza? ...

Ho revocato una domiciliazione bancaria su un conto corrente ma i postini hanno continuato a pagare - Come tutelarmi?
Un paio di mesi fa, in seguito ad un contenzioso con Fastweb che mi aveva addebitato circa 60 euro per servizi mai forniti (sto ancora aspettando il trasloco della linea ADSL) ho disposto la revoca della domiciliazione bancaria precedentemente autorizzata. Ieri, visualizzando l'estratto conto on line mi sono accorto che Poste Italiane aveva prelevato e trasferito a Fastweb altri 141 euro dal mio conto corrente, nonostante la revoca dell'addebito permanente. Ho subito un'altra rapina anche, e soprattutto, grazie alla incompetenza degli ex postini. Cosa posso fare? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Antitrust multa operatori telefonia mobile – Negavano domiciliazione bancaria a chi aveva Iban esteri