Ho fruito di agevolazioni per la prima casa poi assegnata al coniuge separato e ho dovuto acquistare un altro immobile per uso abitativo - Mi spettano sempre le agevolazioni prima casa?

Ho comprato un immobile prima del matrimonio: successivamente l'immobile e stato assegnato in uso all'ex coniuge e cosi ho dovuto acquistare un nuovo immobile per uso abitativo in altro luogo di residenza.

Mi spettano sempre le agevolazioni prima casa?

L'attribuzione al coniuge della casa coniugale, in adempimento di una condizione inserita nell'atto di separazione consensuale, non costituisce una forma di alienazione dell'immobile rilevante ai fini della decadenza (del beneficio ndr), ma una semplice modalità di utilizzazione, correlata al giudizio di separazione o divorzio, svincolata dalla corresponsione di qualsiasi corrispettivo e quindi priva di intento speculativo. Si tratta, pertanto, di un atto finalizzato a sistemare globalmente i rapporti tra i coniugi nella prospettiva di una stabile definizione della crisi familiare, ed è quindi un atto relativo a tali procedimenti, salva la contestazione da parte dell'Amministrazione della finalità elusiva, con onere a suo carico. (Cassazione 05156/2016 e 13340/2016).

Insomma lei può fruire delle agevolazioni fiscali prima casa: l'Agenzia delle entrate però può sempre agire contestandole la decadenza delle agevolazioni già fruite (con l'obbligo di pagare l'intera imposta e le relative sanzioni) qualora riuscisse a dimostrare la finalità elusiva dell'acquisto effettuato dopo la l'omologazione dell'accordo di separazione e prima della scadenza dei cinque anni dal precedente acquisto con cui è già stato ottenuto il beneficio.

Sicuramente agevolabile l'acquisto infraquinquennale del secondo immobile ad uso abitativo, qualora il giudice abbia autonomamente assegnato, al coniuge separato affidatario dei figli, la prima casa acquistata con i benefici fiscali, e non si sia limitato solo ad omologare gli accordi intervenuti fra i coniugi.

13 gennaio 2018 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

agevolazioni fiscali per acquisto prima casa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Agevolazioni prima casa » L'inquilino che non se ne va non giustifica la mancata residenza
In merito alle agevolazioni prima casa, in caso di mancato rilascio del conduttore dell'immobile, i benefici per il nuovo padrone di casa decadono se non ha effettuato il cambio di residenza. Si può accedere alle agevolazioni prima casa solo con il cambio di residenza anche se l'immobile non viene rilasciato ...
Agevolazioni prima casa » coniuge in regime di comunione - titolari di nuda proprietà ed altro
Coniuge in regime di comunione legale Nel caso in cui due coniugi, in regime di comunione legale, acquistino un appartamento da adibire ad abitazione principale, ma solo uno dei due possiede i requisiti soggettivi per fruire dell'agevolazione prima casa - in quanto, per esempio, l'altro ha già fruito dell'agevolazione in ...
Agevolazione fiscale acquisto prima casa ed assegnazione dell'immobile al coniuge separato
Per fruire delle agevolazioni fiscali prima casa occorre che nell'atto di acquisto l'acquirente dichiari di non essere titolare esclusivo o in comunione con il coniuge dei diritti (reali) di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del comune in cui è situato l'immobile da acquistare. ...
Bonus prima casa - Quando è possibile fruirne pur se si possiede un altro immobile?
La normativa vigente subordina l'applicazione del beneficio fiscale per l'acquisto di un'unità immobiliare da destinare a propria abitazione nel comune di residenza o (se diverso) ove si svolge la propria attività, alla condizione di non possedere un altro immobile idoneo ad essere destinato a tale uso e alla dichiarazione formale, ...
Agevolazioni prima casa » Separazione consensuale e attribuzione della proprietà al coniuge dopo il quinquennio: il beneficio resta
Il coniuge cui viene attribuita la proprietà della casa coniugale, in sede di separazione personale, non perde il diritto alle agevolazioni prima casa anche se è già proprietario di un'altro immobile. L'attribuzione al coniuge della proprietà della casa coniugale, infatti, in adempimento di una condizione inserita nell'atto di separazione consensuale ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti