Debito e accordo a stralcio o saldo

Debito riconsolidato tre volte

Per un prestito personale e una carta di credito ho riconsolidato per tre volte il debito iniziale pagando regolarmente.

Ora mi trovo in difficoltà, le rate ammontano a piu della metà del mio stipendio e con le altre uscite mensili rimangono pochi soldi premesso che voglio pagare il mio debito e non ho la minima intenzione di riconsolidare per l'ennesima volta.

Come posso fare ad risolvere il problema?

Non deve fare nulla per pagare il debito

L'esperienza insegna sempre qualcosa. C'è chi riesce subito a coglierne gli insegnamenti e chi invece ha bisogno di n tentativi per apprendere la lezione.

Lei non deve fare nulla per pagare il debito e non cadere nella trappola delle ristrutturazioni del debito, che apportano vantaggi solo al creditore.

Resterà buono ad attendere. Se le faranno una proposta di saldo stralcio la valuterà tenendo conto che lei è vulnerabile, disponendo di uno stipendio pignorabile.

Ma, anche se il creditore decidesse di procedere per pignoramento presso terzi (il suo datore di lavoro) avrà comunque fatto un affarone.

Per tutti i debiti rischia una trattenuta mensile del 20% dello stipendio, senza neanche avere l'incombenza di dover ricordare le scadenze mensili.

Insomma, come spesso accade, la soluzione c'è già, ma noi non riusciamo ad intravederla. Non esistono ristrutturazioni del debito migliori del pignoramento dello stipendio (o della pensione).

13 settembre 2012 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accordo a saldo stralcio e liberatoria per cancellazione dalla CRIF - errori da non commettere
Sono stata segnalata al CRIF come cattiva pagatrice (ho saltato 4 rate da pagare) ma poi ho liquidato tutto alla società finanziaria in un unica soluzione, (questi mi avevano assicurato che non ero stata segnalata) ebbene dopo 1 anno mi è arrivato un avviso di pagamento di 161.00 euro per ...
Accordo transattivo a saldo stralcio - Illegittima la segnalazione in Centrale rischi per un debito rinunciato
Com'è noto, le disposizioni che regolano le modalità e i presupposti delle segnalazioni nelle Centrali Rischi, pubbliche e private, prevedono che il creditore (banca, finanziaria e società di recupero crediti) anche quando addiviene ad una definizione transattiva, sia sempre tenuto a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo ...
Debito solidale e transazione a saldo stralcio di uno dei condebitori
Facciamo l'esempio di un credito verso tre condebitori solidali, d'importo pari a 90, e ipotizziamo che la transazione a saldo stralcio sulla quota di uno dei debitori abbia determinato il pagamento di 20. La domanda: gli altri due condebitore restano obbligati per una cifra pari a 70? Non è così, ...
Le agenzie di debito o (se più vi piace) le debt agency - sono utili al debitore o solo a loro stesse?
Da un pò di tempo si diffondono, anche in Italia,  le agenzie che promettono di liberare dai debiti. Spesso indicate con il temine anglofono ed intrigante di "debt agency". In questo articolo cercheremo di spiegare cosa fanno queste agenzie e se veramente possono risultare utili a cattivi pagatori e protestati. ...
Accordo a saldo stralcio - La segnalazione in Centrale Rischi va limitata al solo importo non recuperato
Le disposizioni, di natura amministrativa, dettate dal Bankitalia per regolare le modalità e i presupposti della segnalazioni in Centrale Rischi (CR) prevedono che il creditore, anche quando addiviene ad una definizione transattiva in relazione a crediti classificati a sofferenza, sia sempre tenuto, anche a pagamento eseguito, a procedere alla segnalazione, ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su debito e accordo a stralcio o saldo. Clicca qui.

Stai leggendo Debito e accordo a stralcio o saldo Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 13 settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca