Cessione del credito accordo transattivo a saldo stralcio e debito rinunciato - Va bene uguale se il creditore scrive nell'accordo che rinuncia espressamente alla differenza fra debito originario e importo concordato a saldo stralcio?

In relazione alla vostra risposta di ieri, ho comunicato a banca Ifis le mie perplessità riguardo alla posizione debitoria che potrebbe non essendo estinta totalmente, al termine del pagamento totale del debito con l'accordo transattivo, mi è stato risposto che nella liberatoria ci sarà scritto che la banca rinuncia espressamente alla differenza tra il debito totale e l'importo effettivamente pagato dal debitore. Quindi vi chiedo ancora consiglio. È corretto? Posso firmare tranquillamente?

Se il creditore si impegna già nell'accordo sottoscritto oggi a rinunciare espressamente alla differenza tra il debito totale e l'importo pattuito a saldo stralcio, direi che va bene.

20 marzo 2018 · Carla Benvenuto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accordo transattivo a saldo stralcio - Illegittima la segnalazione in Centrale rischi per un debito rinunciato
Com'è noto, le disposizioni che regolano le modalità e i presupposti delle segnalazioni nelle Centrali Rischi, pubbliche e private, prevedono che il creditore (banca, finanziaria e società di recupero crediti) anche quando addiviene ad una definizione transattiva, sia sempre tenuto a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo ...
Accordo a saldo stralcio, debito rinunciato e illegittima segnalazione in Centrale Rischi - Il punto di vista dei giudici romani
Assume una chiara valenza transattiva l'accordo a saldo stralcio concluso con la banca, se quest'ultima, pur facendo riferimento - nella quietanza liberatoria - al debito originario parzialmente rimborsato, dichiara testualmente che l'obbligazione è stata integralmente estinta, con riferimento quindi anche alla quota eventualmente non escussa. In pratica, ciò vuol dire ...
Accordo a saldo stralcio - Come deve essere redatto il testo della quietanza liberatoria
Quando il debitore non rispetta il piano di rimborso del prestito che gli è stato erogato e successivamente raggiunge un accordo transattivo a saldo stralcio con la società di recupero cessionaria del credito, particolare cautela va riservata alle modalità con cui deve essere redatta la quietanza liberatoria. Soprattutto se si ...
Debito solidale e coobbligati - Rinuncia del creditore alla solidarietà verso uno dei condebitori con o senza remissione
Come sappiamo, il debito è in solido quando più debitori (condebitori) sono tutti obbligati al rimborso, in modo che ciascuno può essere costretto all'adempimento per la totalità del debito (o parte di esso) e l'adempimento di uno libera gli altri. Analizziamo, adesso, le differenze fra rinuncia alla solidarietà a favore ...
La quietanza liberatoria a seguito di un accordo transattivo a saldo stralcio serve davvero ad ottenere la cancellazione dalle Centrali Rischi o ad abbreviare i tempi di permanenza?
Prima di approfondire l'argomento indicato dal titolo, occorre svolgere alcune preliminari considerazioni sui Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC) comunemente e sinteticamente indicati come centrali rischi. In Italia operano fondamentalmente tre soggetti in ambito privato (CRIF, CTC ed Experian Cerved) e uno in ambito pubblico, la Centrale Rischi (CR) gestita da ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca