attualità e riflessioni



Ciao, antonio

Simone di Saintjust - 11 Luglio 2021


Avevamo deciso una rimpatriata a settembre, senza il caldo asfissiante di queste settimane: ignari che con l'avanzare dell'età non si è più padroni nemmeno del medio termine. Si può al massimo programmare per la serata, se ti va bene. Per il giorno dopo, già si tratta di un azzardo. E così, purtroppo, non pranzeremo più insieme in questa vita. Un abbraccio, a presto. [ ... leggi tutto » ]


Gdpr in vigore dal prossimo 25 maggio – ma dalle anagrafi tributarie chi ci difende?

Simone di Saintjust - 18 Maggio 2018


GDPR ovvero come gli eurocrati europei (ma anche quelli italiani), strapagati a sbafo, che non hanno una mazza da fare da mattina a sera, impiegati in autorities inutili e costose, sfracellano gli zebedei a chi cerca di portare avanti un blog con annunci pubblicitari, millantando una presunta tutela della protezione dei dati personali degli utenti e una loro difesa dalla profilazione a scopi pubblicitari. Immaginando i lettori come una platea di coglioni trogloditi che loro, altri emeriti coglionazzi, sarebbero chiamati a difendere (da chi poi non si sa). Ma, guarda caso, lasciano che le grandi BIG (Google, Facebook, Amazon) raccolgano [ ... leggi tutto » ]


Se i peracottari che vogliono riscrivere la costituzione non sono capaci a scrivere correttamente nemmeno una lettera …

Patrizio Oliva - 14 Novembre 2016


Basta un NO L'errore nell'indicazione del sito internet del Comitato referendario Basta un sì guidato da Matteo Renzi, contenuto nella lettere inviata agli elettori italiani all'estero dal segretario del Pd (peraltro in modo abusivo o quantomeno scorretto) è diventato un'arma per il fronte opposto. Infatti, il Comitato per le ragioni del No Costituzione Bene Comune ha colto la palla al balzo acquistando il dominio dell'indirizzo web indicato per gli approfondimenti, in calce alla lettera (bastausi dot it), ridirigendo l'url a un altro sito che rivendica, invece, le ragioni del no. L'errore di battitura (ma, per una lettera che invita i [ ... leggi tutto » ]


Cucù … equitalia non c’è più!

Rosario Scarnecchia - 24 Ottobre 2016


Come purtroppo sappiamo, un destino cinico e baro ha voluto riservare a noi poveri italiani, già segnati da tante sventure e duramente provati da una serie di sfortunate circostanze e di congiunzioni astrali negative, un primo, più buffone che, ministro, il quale ha creduto di poterci prendere impunemente in giro raccontando all'Annunziata, nel corso della mezz'ora in TV di domenica 23 ottobre 2016, la stupidissima ed esilarante storiella del Cucù, Equitalia non c'è più!. Nell'attesa di quantificare i costi in ulteriori tasse che i cittadini saranno chiamati a versare, per un'operazione, inutilmente di facciata e smaccatamente elettorale, condotta dal guitto [ ... leggi tutto » ]


Veicoli regolarmente assicurati vengono sequestrati perché consultando il portale dell’automobilista risultano sprovvisti di rc auto – la banca dati delle coperture assicurative è per ora solo un flop

Giuseppe Pennuto - 11 Giugno 2016


Nel caso di stipula di contratti di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, la trasmissione del certificato di assicurazione può avvenire anche tramite posta elettronica e l'assicurato deve procedere in proprio alla stampa del certificato che deve essere conservato nel veicolo. Secondo l'IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle ASSicurazioni) il controllo del certificato di assicurazione conservato nel veicolo, e non la consultazione della banca dati presso il portale dell'automobilista a partire dal numero di targa, dovrebbe costituire il punto di partenza delle verifiche finalizzate ad accertare l'esistenza di una valida copertura assicurativa. Infatti, la [ ... leggi tutto » ]