Pignoramento presso terzi e cambio di residenza

Come evitare il pignoramento cambiando residenza?

Mio marito ha un debito con una finanziaria; lui non lavora e non ha beni di sorta, se non una macchina che vale meno di 1000 euro. Siamo in comunione dei beni ma è lui solo l'intestatario del finanziamento.

Risiediamo da 5 anni presso i miei genitori e non a titolo di ospiti temporanei: mio marito può a questo punto cambiare in qualche modo residenza così da non coinvolgere i miei nell'eventuele recupero del credito,evitando il pignoramento?

Se avessi bisogno di un aiuto legale a chi potrei rivolgermi a costo zero o quasi?

Per poter opporre il cambio di residenza in fase di un eventuale pignoramento presso la casa del debitore, è necessario che la variazione anagrafica sia anteriore alla data del decreto ingiuntivo ottenuto dal creditore

Suo marito può cambiare residenza quando crede. Non c'è obbligo di residenza comune con il coniuge.

Per poter opporre il cambio di residenza in fase di un eventuale pignoramento presso la casa del debitore, è necessario che la variazione anagrafica sia anteriore alla data del decreto ingiuntivo ottenuto dal creditore.

4 ottobre 2012 · Ludmilla Karadzic

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento presso terzi e cambio di residenza.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.