Come chiedere la restituzione di un conto dormiente estinto

I titolari (o anche i loro delegati, compresi gli eredi) di un rapporto non “risvegliato” nei termini, quindi classificato come “conto dormiente estinto”, e come tale devoluto al Fondo per il risarcimento delle vittime dei crack finanziari (Cirio, Parmalat, bond argentini) potranno, finalmente, rivendicare il diritto di credito sulle somme trasferite e rimpossessarsi cosi' dei propri averi.

A far data da lunedi' 14 Giugno 2010 – CONSAP spa, societa' interamente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze – in relazione all’affidamento alla stessa della gestione delle richieste di rimborso di somme affluite al Fondo “rapporti dormienti” (articolo 1 della legge 23 dicembre 2005, numero 266) – gestira' i contatti telefonici con gli istanti attraverso la linea dedicata 06-85796444, attiva nei giorni feriali dal lunedi' al giovedi' nell’orario 9,00 – 17,00 ed il venerdi' dalle ore 9,00 alle ore 13.00.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su come chiedere la restituzione di un conto dormiente estinto ed in generale su conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook o Google+.

Stai leggendo Come chiedere la restituzione di un conto dormiente estinto Autore Antonio Scognamiglio Articolo pubblicato il 13 giugno 2010 Ultima modifica effettuata il 16 agosto 2014 Classificato nelle categorie conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio Etichettato con tag , , , , , , Archiviato nella sezione origine dei debiti » assegni cambiali servizi bancari e postali » conti correnti e servizi bancari – l’arbitro bancario finanziario Letture 16.741 Numero di commenti e domande: 9

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it

Puoi seguirci anche sui social network

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook o Google+.

  • Rosaria Proietti 28 aprile 2012 at 12:03

    I titolari (o anche i loro delegati, compresi gli eredi) di un rapporto non “risvegliato” nei termini, quindi classificato come “conto dormiente estinto”, e come tale devoluto al Fondo per il risarcimento delle vittime dei crack finanziari (Cirio, Parmalat, bond argentini) potranno, finalmente, rivendicare il diritto di credito sulle somme trasferite e rimpossessarsi così dei propri averi.

1 3 4 5