Come chiedere la restituzione di un conto dormiente estinto

I titolari (o anche i loro delegati, compresi gli eredi) di un rapporto non “risvegliato” nei termini, quindi classificato come “conto dormiente estinto”, e come tale devoluto al Fondo per il risarcimento delle vittime dei crack finanziari (Cirio, Parmalat, bond argentini) potranno, finalmente, rivendicare il diritto di credito sulle somme trasferite e rimpossessarsi così dei propri averi.

A far data da lunedì 14 Giugno 2010 - CONSAP spa, società interamente partecipata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze - in relazione all'affidamento alla stessa della gestione delle richieste di rimborso di somme affluite al Fondo "rapporti dormienti" (articolo 1 della legge 23 dicembre 2005, numero 266) - gestirà i contatti telefonici con gli istanti attraverso la linea dedicata 06-85796444, attiva nei giorni feriali dal lunedì al giovedì nell'orario 9,00 - 17,00 ed il venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13.00.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su come chiedere la restituzione di un conto dormiente estinto. Clicca qui.

Stai leggendo Come chiedere la restituzione di un conto dormiente estinto Autore Antonio Scognamiglio Articolo pubblicato il giorno 13 giugno 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 agosto 2017 Classificato nella categoria conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • Rosaria Proietti 28 aprile 2012 at 12:03

    I titolari (o anche i loro delegati, compresi gli eredi) di un rapporto non “risvegliato” nei termini, quindi classificato come “conto dormiente estinto”, e come tale devoluto al Fondo per il risarcimento delle vittime dei crack finanziari (Cirio, Parmalat, bond argentini) potranno, finalmente, rivendicare il diritto di credito sulle somme trasferite e rimpossessarsi così dei propri averi.

  • marianna 5 settembre 2011 at 13:18

    Salve vorrei sapere se per riscuotere un credito dormiente necessitano tutti gli eredi?

  • Emanuele Albanese 12 luglio 2011 at 09:33

    Buongiorno, ho trovato tra la documentazione di mia madre un libretto di Piccolo Risparmio Nominativo con su versate 3000 lire il 22/12/1965 ed a me intestato.
    Il mio avvocato ha inviato una raccomandata al Banco di Napoli, alcuni mesi fa, per avere notizie a tal proposito, ma come immaginabile al momento non abbiamo ricevuto notizie.
    Vorrei cortesemente sapere cosa fare per poter rientrae in possesso di quanto in argomento.
    Fiducioso Vi saluto cordialmente .
    emanuele albanese

    • dott. Emanuele Perrotta 12 luglio 2011 at 10:43

      Ciao Emanuele. Personalmente non credo sia possibile recuperare le somme versate, data per certa la prescrizione decennale. Tuttavia, ti suggerisco di inserire comunque la tua domanda nella sezione debiti del forum. Potrebbe esserci, lo spero per te, una voce più autorevole della mia che magari asserisca (e documenti) il contrario.




Cerca