Istruzione – Università

Come è organizzata l’Università?

Il sistema d’istruzione universitaria è articolato su due livelli e prevede per ogni facoltà:

  • un primo livello di durata triennale (Laurea)
  • un secondo livello di durata biennale (Laurea Specialistica)

Chi può iscriversi all’Università?

Chi è in possesso di diploma liceale o qualifica professionale può iscriversi (immatricolarsi) all’Università per conseguire una laurea.

Come posso accedere all’Università?

L’accesso alle Università italiane è consentito ai:

  • cittadini comunitari ovunque residenti o ai cittadini extracomunitari residenti in Italia, equiparati ai cittadini italiani ai fini dell’immatricolazione;
  • cittadini stranieri presenti in Italia con regolare permesso di soggiorno;
  • cittadini stranieri residenti all’estero in possesso di un visto per motivi di studio.

Quali sono i titoli di studio validi per l’accesso all’Università?

Quelli conseguiti dopo un periodo scolastico di almeno 12 anni. Se il periodo di studi che hai frequentato fuori dall’Italia è di durata inferiore a 12 anni, dovrai presentare, oltre al diploma originale degli studi secondari, anche una certificazione rilasciata dall’Università da cui provieni che attesti il superamento di tutti gli esami previsti:

  • per il primo anno di studi universitari, nel caso di sistema scolastico di 11 anni;
  • per i primi 2 anni accademici, nel caso di sistema scolastico di 10 anni.

Dove e quando devo presentare la domanda di iscrizione?

La domanda di iscrizione va presentata agli sportelli della Segreteria Studenti con Titolo Straniero, nei termini previsti (luglio-settembre).

Quali documenti devo presentare per l’iscrizione?

Il tuo titolo di studio, validato dalla Rappresentanza Diplomatica Consolare Italiana competente.

Quanti sono i posti disponibili nelle Università per gli studenti stranieri residenti all’estero?

I posti a disposizione sono stabiliti dai singoli Atenei per ciascun anno accademico e sono consultabili nel sito Internet del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca: www.miur.it

Ho un diploma di lingua italiana, costituisce titolo preferenziale per l’accesso all’Università?

Sì, a discrezione degli Atenei, possono costituire titolo preferenziale:

  • il diploma di lingua e cultura italiana conseguito presso le Università per stranieri di Perugia e di Siena;
  • il certificato di competenza in lingua italiana rilasciato dalla III Università degli Studi di Roma, o dall’Università per Stranieri di Perugia e di Siena;
  • i certificati di competenza in lingua italiana rilasciati all’estero.

Sono uno studente universitario. A che condizioni posso ottenere il rinnovo del mio permesso di soggiorno per motivi di studio?

Il visto ed il permesso di soggiorno per motivi di studio vengono rinnovati agli studenti che:

  • abbiano superato una verifica di profitto nel primo anno di corso e negli anni successivi almeno due verifiche.
  • documentino di aver avuto gravi motivi di salute, nel qual caso per il rinnovo del permesso di soggiorno è sufficiente una sola verifica di profitto.

I rinnovi non possono comunque essere rilasciati per più di 3 anni oltre la durata legale del corso di studio.

Sono entrato in Italia per frequentare l’Università. Posso cambiare corso di laurea?

Sì, previa autorizzazione dell’Università.

Posso richiedere un ulteriore rinnovo del mio permesso di soggiorno per motivi di studio per conseguire la specializzazione o il dottorato di ricerca?

Sì.

Quanto costa l’iscrizione all’Università?

Dipende dall’Ateneo e dalla facoltà che scegli. In ogni caso, i costi dell’istruzione universitaria possono essere elevati.

Posso ottenere una borsa di studio e altri aiuti economici?

Sì, gli studenti stranieri possono ottenere borse di studio, prestiti d’onore e alloggi. Le Regioni, possono inoltre consentire l’accesso gratuito all’Università agli studenti stranieri in condizioni di particolare disagio economico se opportunamente documentate. Per maggiori informazioni su come accedere a questi servizi rivolgiti alla Segreteria Studenti Stranieri della tua Università o dell’Università che ti interessa frequentare.

8 Gennaio 2009 · Antonio Scognamiglio

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Argomenti correlati: ,

Approfondimenti

Istruzione - Diritto dovere all'istruzione e alla formazione
In Italia esiste il diritto dovere all'istruzione e alla formazione che inizia a 6 anni. Il sistema nazionale di istruzione è rappresentato dalle scuole pubbliche e private. La scuola dell'obbligo è strutturata in due cicli di studio: il primo è costituito dalla scuola primaria, e dalla scuola secondaria di primo grado. Il secondo ciclo, comprende il sistema dei licei e quello dell'istruzione e della formazione professionale. Tutti i percorsi del secondo ciclo permettono di accedere all'Università. ...

Richiesta del permesso di soggiorno CE - termine di 90 giorni per il rilascio
Sulla richiesta del permesso di soggiorno CE ("carta di soggiorno") l'amministrazione deve provvedere entro 90 giorni in modo conforme alla richiesta L'articolo 9 del Testo unico dell'immigrazione prevede che il procedimento per il rilascio del permesso di soggiorno CE ("carta di soggiorno") deve concludersi entro il termine massimo di 90 giorni, come ribadito dalla recente sentenza del TAR del Lazio numero 8154/2013. Solitamente questo termine non viene rispettato. Non solo! Molto spesso, la Questura, anzichè il permesso di soggiorno CE di lungo periodo, rilascia un normale permesso di soggiorno per motivi familiari, di durata biennale, o altro titolo di soggiorno ...

Indennità di accompagnamento agli stranieri anche senza carta di soggiorno
L'indennità di accompagnamento spetta agli stranieri regolarmente presenti in Italia, anche se non hanno il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno). L'articolo 80, comma 19, della Legge del 23 dicembre 2000, numero 388 escludeva l'indennità di accompagnamento e la pensione di inabilità per gli stranieri che, seppure in possesso dei requisiti sanitari necessari, erano privi della carta di soggiorno perchè presenti in Italia da meno di cinque anni. La Corte Costituzionale, con la sentenza del 15 marzo 2013, numero 40, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale della norma suddetta "nella parte in cui subordina al requisito ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su istruzione – università. Clicca qui.

Stai leggendo Istruzione – Università Autore Antonio Scognamiglio Articolo pubblicato il giorno 8 Gennaio 2009 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria immigrazione e integrazione

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)