dichiarazione dei redditi - errori e omissioni


Cartella esattoriale originata da dichiarazione dei redditi – può essere impugnata dal contribuente che abbia commesso errori a suo danno

Ornella De Bellis - 8 Maggio 2013


Il contribuente che abbia commesso un errore, a suo danno, nella compilazione della dichiarazione dei redditi, può correggerlo anche in sede di impugnazione di una cartella esattoriale emessa in base alla dichiarazione. E' questo il principio sancito dalla Corte di Cassazione con la sentenza numero 10647 del 7 maggio 2013. In pratica, impugnando la cartella esattoriale, si può compensare la maggiore imposta accertata in sede di liquidazione, con eventuali importi a credito, derivanti da oneri deducibili o detraibili non esposti nella dichiarazione dei redditi. I giudici di piazza Cavour hanno, infatti, chiarito che: il contribuente che abbia commesso un errore [ ... leggi tutto » ]


Dichiarazione dei redditi – comunicazioni di irregolarità

Giorgio Valli - 5 Dicembre 2012


Il sistema delle comunicazioni di irregolarità nella dichiarazione dei redditi, riscontrate a seguito di verifiche e controlli, rappresenta un notevole passo avanti dal punto di vista della trasparenza e dello sviluppo del dialogo tra fisco e contribuente. E' stato introdotto nel 2000 con lo scopo di informare il contribuente degli errori riscontrati, offrendogli la possibilità di sanare le irregolarità evidenziate con il pagamento di una sanzione ridotta. Solo se il contribuente non risponde alla comunicazione oppure se l'ufficio, dopo aver ascoltato le sue ragioni, conferma l'addebito e il contribuente non paga quanto richiesto, si avvia la procedura di riscossione. [ ... leggi tutto » ]


Mutuo e recupero interessi passivi per ripianare altri debiti

Tullio Solinas - 23 Novembre 2012


Premetto che mio padre ha un debito piuttosto ingente nei confronti di Equitalia (32000€ circa) creatosi perché mio padre (libero artigiano) non ha piu lavorato dal 2006 al 2010 ed in questo lasso di tempo non si è premurato di chiudere l'attività. Pertando il debito deriva in gran parte da posizioni INAIL e INPS che sono rimaste aperte. Sempre in questo periodo non sono state redatte le dichiarazione dei redditi. Quando sono venuta a conoscenza della situazione (nel 2010), ho fatto chiudere l'attività di mio padre che ad oggi risulta ancora disoccupato. Ad oggi il mutuo è completamente a carico [ ... leggi tutto » ]


Multe e mancate dichiarazioni redditi prima del matrimonio

Ornella De Bellis - 25 Settembre 2012


Prima di sposarmi, mio marito non ha pagato delle multe e non ha dichiarato iva Prima di sposarmi, mio marito non ha pagato delle multe e non ha dichiarato iva ecc.,  adesso sono arrivate delle cartelle esattoriali" alcune le stiamo già pagando rateizzate, altre sono appena arrivate, ma ne arriveranno ancora, e pagare per cose che io non ho commesso, con soldi che sto guadagnando lavorando a progetto, mi sta pesando tanto, lui possiede il 50% di una casa disabitata, niente auto, niente conti, io non possiedo nulla, siamo disoccupati, viviamo in una casa in comodato d'uso di amici, se [ ... leggi tutto » ]


Avviso di accertamento relativo ad un solo anno di imposta

Ludmilla Karadzic - 25 Settembre 2012


Ricevuto un avviso di accertamento Due giorni fa mia madre ha ricevuto un avviso di accertamento dal quale risulta una maggiore imposta (hanno ragione,  perché non abbiamo indicato la rendita catastale di una specie di stanzino) di circa 1500 euro per l'anno 2007.   Assieme alle sanzioni ecc,  il totale è di 2000 euro,  perché ci è stata comminata la sanzione minima e perché,  preoccupatissimi (sono due mattine che mi alzo con la nausea e che tremo tutta),  siamo già andati a definire il problema all'Agenzia dell'entrate, concordando il pagamento di imposta e sanzione (ridotta ad 1/6) in tre rate. [ ... leggi tutto » ]